Giovedì, 19 Ottobre 2017


Attualità

Decreto Sud, Cia Basilicata: misure importanti per siccità, incendi boschivi, Banca della Terra

08 Agosto 2017

Il pacchetto di investimenti stanziati con il Decreto Sud contiene una serie di misure particolarmente attese dal mondo agricolo lucano.

"Ci auguriamo che sia l'inizio di un cambio di rotta, perché finora i numeri ci parlano di un'agricoltura del Mezzogiorno nettamente penalizzata sul piano degli investimenti pubblici rispetto al comparto manifatturiero. Su 100 euro investiti al Sud solo 8 euro vanno in agricoltura".

E' il giudizio espresso dal presidente regionale vicario della Cia Basilicata Nicola Serio. Tra i provvedimenti Serio fa riferimento al nuovo articolo "'Misure per il contrasto degli incendi dolosi" che punta a rafforzare gli interventi per il contrasto del fenomeno degli incendi boschivi dolosi, impedendo lo sfruttamento successivo dei terreni incendiati; per i giovani under 40, che vogliano investire nel settore agricolo, è previsto uno stanziamento di 50 milioni di euro, per l'accesso al credito da parte delle imprese agricole; Banca delle terre abbandonate: Parte una procedura sperimentale di assegnazione dei beni abbandonati, per la valorizzazione di terreni, aree edificate o altri immobili abbandonati, sia dei comuni che dei privati sulla base di progetti che potranno essere presentati da giovani con non più di 40 anni.

"E -aggiunge il presidente della Cia- a seguito dell'eccezionale siccità della stagione primaverile ed estiva 2017, sono estese le misure di risarcimento, a seguito di eventi calamitosi, anche alle imprese agricole che hanno subito dei danni.

A questo proposito soprattutto nel Metapontino che registra la situazione più difficile l'impegno della nostra confederazione, che rifugge ogni forma di protagonismo fine a se stessa e non persegue iniziative senza una strategia e obiettivi chiari, è massimo. Preferiamo, con il senso di responsabilità che è parte integrante della nostra storia, lavorare in silenzio -sottolinea Serio- a fianco degli agricoltori e della Regione monitorando giorno per giorno i problemi della carenza di acqua e contribuendo alla loro soluzione al Tavolo tecnico istituito dall'Assessore Braia piuttosto che soffiare sulla tensione sociale già altissima.

Prima di lanciare l'allarme si devono definire le azioni da mettere in campo da parte di Autorità di Bacino e Consorzio Bradano-Metaponto (come gli altri due) per fare in modo che l'acqua disponibile sia sufficiente.

Di qui la proposta della Cia di un piano di razionalizzazione che dia priorità alle colture ortive (nel Metapontino 1000-1200 ettari) di alta qualità da trapiantare tra il 10 e il 15 agosto, agli agrumeti che sono una grande risorsa del comprensorio. Inoltre si deve prevedere già adesso il quantitativo di irrigazione di cui avranno bisogno i fragolicoltori per le operazioni di ottobre per la campagna di fragole 2018.

Continua a leggere cliccando qui

Questo sito utilizza i cookie per le sue funzionalità tecniche e di profilazione. Chiudendo questo banner e proseguendo con la navigazione acconsenti al loro impiego; in alternativa è possibile personalizzare la loro configurazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy.