Lunedì, 11 Dicembre 2017


Attualità

Dai Maker la proposta di un padiglione per il futuro dell'agricoltura

04 Dicembre 2017

In occasione della Maker Faire lo scienziato olandese Casper Koomen, fondatore della rete FarmHack, ha lanciato la sfida ai maker di tutto il mondo per organizzare in Italia il più grande padiglione del mondo sul futuro dell'agricoltura.

"Il cibo non nasce sui fornelli, ma dall'unione della natura con il lavoro dell'uomo: è da sempre l'attività maker per eccellenza e riguarda non solo il gusto, perché ha impatti su ambiente, salute, economia, società", ha osservato Koomen.

"L'Italia è il Paese con la maggiore biodiversità, che è alla base del miglior cibo del mondo. Produttori, imprese agricole, maker, hacker e innovatori da tutto il mondo dovranno venire alla prossima Maker Faire per trasformare questa fiera in un grande hackathon e mettere in piedi un modello di sviluppo sostenibile per il futuro".

Le dichiarazioni di Koomen trovano supporto nei numeri positivi dell'agricoltura in Italia nel 2017. Un rapporto "AgrOsserva", realizzato da Ismea, evidenzia la crescita degli occupati in agricoltura (+1,3% nel primo trimestre) e delle imprese agricole giovanili (+9,3% su base tendenziale nello stesso periodo). Le imprese agricole under 35 in Italia - presenti nel Registro delle Imprese - raggiungono 50.000 unità circa, pari al 6,6% del totale.

Dati Coldiretti confermano che quello agricolo è stato il settore che fatto segnare il maggior aumento delle ore lavorate con un incremento record del 3.7%.

 

Fonte: Ansa

Questo sito utilizza i cookie per le sue funzionalità tecniche e di profilazione. Chiudendo questo banner e proseguendo con la navigazione acconsenti al loro impiego; in alternativa è possibile personalizzare la loro configurazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy.