Venerdì, 13 Aprile 2018 10:51

    Dal 1° luglio le retribuzioni dovranno essere tracciabili

    Dal 1º luglio 2018 i datori di lavoro privati e quindi anche quelli agricoli dovranno corrispondere le retribuzioni ai propri dipendenti in modo tracciabile, attraverso bonifico bancario, assegno o altro strumento di pagamento elettronico.

    Da tale data pertanto non potrà più essere corrispo-sta retribuzione tramite denaro contante direttamente al lavoratore. Il pagamento in contanti potrà avvenire solo con mandato di pagamento presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria. La violazione di questa nuova norma comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria di importo compreso tra 1.000 e 5.000 euro.

    L’obbligo del nuovo tipo di pagamento delle retribuzioni – informa Confagricoltura – non si applica ai rapporti di lavoro instaurati con le pubbliche amministrazioni e ai rapporti di lavoro domestico.

    Il nuovo sistema di pagamento riguarda tutti i rapporti di lavoro del settore privato e tutte le categorie di lavoratori (operai, impiegati, dirigenti, collaboratori, ecc.) e con ogni forma contrattuale (tempo indeterminato, determinato, part-time, apprendistato, ecc.).

    Il pagamento con modalità tracciabili riguarda dunque anche le retribuzioni corrisposte agli operai agricoli a tempo determinato. Il nuovo obbligo entra in vigore, come anticipato, dal 1° luglio 2018.

     

    Fonte: risoitaliano.eu

    Sfoglia le riviste

    News Agricoltura

    • Latina, Caritas diocesana su arresti per sfruttamento degli immigrati ...  Il Faro OnlineFull coverage

      Leggi l'articolo
    • Imprese agricole, in banca c'è l'agronomo  Il TirrenoFull coverage

      Leggi l'articolo
    • Arriva 4.0 in agricoltura, controllo a distanza dei terreni  ANSA.itL'agricoltura 4.0 chiama i giovani  Il FriuliLavoro: l'agricoltura 4.0 “chiama” i giovani  Corriere NazionaleFull coverage

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Filiera sporca, non solo caporalato: le mani della mafia sull'ortofrutta ...  Il SalvagenteFull coverage

      Leggi l'articolo
    • Mafia e ortofrutta, Coldiretti stima aumento prezzi del +300%  La SiciliaFull coverage

      Leggi l'articolo
    • Mafia ed ortofrutta: la Dia sequestra beni per 150mln a Palermo  Antimafia DuemilaMafia e ortofrutta, confisca di 150 milioni di euro a due palermitani  Tp24PALERMO, MAFIA INFILTRATA NEL MERCATO ORTOFRUTTA  ItalpressFull coverage

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca