Mercoledì, 10 Ottobre 2018 08:05

    Dal 9 ottobre obbligo di denuncia telematica degli infortuni nel settore agricoltura

    Dal 9 ottobre 2018 è scattato l'obbligo di denuncia telematica degli infortuni nel settore agricoltura.

    Lo annuncia l'Inail con la circolare n. 37/2018. All'adempimento sono tenuti i datori di lavoro agricoli, coltivatori diretti e imprenditori agricoli che possono accedere alla trasmissione telematica direttamente: per l'accesso ai servizi telematici Inail e l'invio in proprio della suddetta denuncia devono essere in possesso del profilo di "Utente con credenziali dispositive", acquisibile tramite il servizio "Richiedi credenziali dispositive" disponibile sul portale www.inail.it, oppure effettuando l'accesso con una delle modalità di seguito riportate: Spid, Pin Inps, Carta nazionale dei servizi (Cns).

    Per chi, invece, intende delegare il proprio sindacato, se questo non dispone di apposita delega, potrà inoltrare la denuncia di infortunio soltanto dopo avere inserito i dati del datore di lavoro agricolo, coltivatore diretto e imprenditore agricolo attraverso il servizio Inail online "Gestione DL Agricolo".

    Inoltre, è obbligatorio allegare, in formato pdf, la delega conferita dal datore di lavoro agricolo, coltivatore diretto e imprenditore agricolo per conto del quale la denuncia di infortunio deve essere inoltrata, in quanto in mancanza di tale allegato il sistema non ne consente l'inoltro.

    Cosa fare in caso di infortunio
    Il lavoratore deve comunicare immediatamente l'incidente al datore di lavoro, essere subito inviato al Pronto Soccorso e dopo essere stato visitato e medicato, trasmettere al datore di lavoro il certificato medico.

    Il datore di lavoro ha l'obbligo di presentare il modello di denuncia infortunio sul lavoro Inail per via telematica entro due giorni da quando riceve il certificato medico. Questo solo se la prognosi infortunio supera i 3 giorni oltre quello in cui si è verificato l'incidente.

    Se il datore di lavoro "dimentica" di denunciare l'infortunio all'Inail entro 2 giorni da quando riceve il certificato incorre in una multa che va dai 1.290 ai 7.745 euro. Multa amministrativa che viene data al datore di lavoro anche se omette il codice fiscale del lavoratore o non lo indica. Non ci sono invece sanzioni per il datore di lavoro nel caso in cui il lavoratore che ha avuto l'infortunio sia un lavoratore autonomo del settore agricolo o artigiano, ma in tal caso c'è la perdita del diritto all'indennità temporanea per i giorni prima della denuncia.

     

    Fonte: Terra Oggi

    Sfoglia le riviste

    News Agricoltura

    • La rivincita dell'agricoltura (bio)  Democratica.comLegge sull'agricoltura biologica: primo sì alla Camera  La RepubblicaAgricoltura biologica, approvata la nuova legge - FOOD Web  FoodwebAgricoltura biologica: solo le briciole dei finanziamenti europei e italiani  ilfattoalimentare.itFederbio soddisfatta per la legge sull'agricoltura biologica  DM - Distribuzione ModernaVisualizza copertura completa su[…]

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura: 84 milioni per macchinari e ammodernamenti  Giornale di BresciaL'assessore regionale Fabio Rolfi: opportunità per ristrutturazione e acquisto macchinari.

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura, rinnovato l'accordo tra ministero e Alibaba - Terra & Gusto  ANSA.itPromuovere e tutelare i prodotti del made in Italy sulla più grande piattaforma di e-commerce cinese. È questo l'obiettivo del Memorandum of Understanding ...

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • ORANFRIZER, ARANCIA TAROCCO PROTAGONISTA NEI REPARTI ORTOFRUTTA  Corriere OrtofrutticoloL'arancia Tarocco è già protagonista nei reparti ortofrutta. La raccolta in Sicilia è iniziata l'ultima settimana di novembre e le prime arance Tarocco son.

      Leggi l'articolo
    • ALDI: NEI PRIMI 9 MESI IN ITALIA ORTOFRUTTA AL TOP DELLE VENDITE  Corriere OrtofrutticoloA soli 9 mesi dal suo arrivo in Italia, Aldi - la multinazionale attiva nel settore della Grande Distribuzione Organizzata - rende noto il superamento degl.

      Leggi l'articolo
    • Sacchetto (Assortofrutta): “Perché l'Italia non può esportare l'ortofrutta in Cina e noi da quel Paese importiamo le mele?”  TargatoCn.itIl presidente dell'Associazione alla quale aderiscono le Organizzazioni di Produttori del Piemonte chiede al Governo di firmare degli accordi bilaterali con le ...

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca