Lunedì, 03 Settembre 2018 09:54

    Bari e BAT, uva da tavola a rischio

    Nella provincia di Bari e nella Bat le ondate di maltempo che si sono succedute nel mese di agosto e gli sbalzi di temperatura stanno mettendo a dura prova un importante segmento della produzione agricola del territorio: l’uva da tavola.

    Dopo un avvio di campagna promettente, nella seconda metà di agosto sono emersi problemi di tenuta.

    I violenti temporali, uniti a trombe d’aria e grandinate, hanno reso impraticabili i vigneti, tanto da indurre CIA Puglia a richiedere alla Regione il riconoscimento dello stato di calamità.

    Dei circa 35000 ettari di superficie ad uva da tavola della Puglia oltre 15.000 ettari sono nelle province di Bari e Bat, con una produzione di circa 4,5 milioni di quintali.

    “Le avverse condizioni atmosferiche da un lato e il mercato dall’altro stanno ammazzando un comparto fondamentale per l’economia del nostro territorio – afferma il presidente Cia Levante (Bari – Bat) Felice Ardito – non è possibile produrre uva da tavola ad un costo di 0,60 €/kg e venderla a un prezzo che non copre neanche le spese di produzione. Siamo al fallimento. Servono interventi che aiutino a risollevare il settore. Una parte importante deve farla la GDO, che non può strozzare le imprese agricole con prezzi al ribasso, favorendo le produzioni degli altri Paesi che non garantiscono le norme di sicurezza per i consumatori, al contrario di quello che invece garantiscono i nostri agricoltori. È risaputo che nei Paesi extra-europei ed in alcuni europei vengono utilizzati prodotti fitosanitari che in Italia sono vietati. Non è possibile pagare contributi di 15 euro per ogni giornata di lavoro, mentre in altri Paesi se ne pagano la metà ed anche meno. Chiediamo l’esposizione del doppio prezzo sui prodotti in vendita. I consumatori devono sapere chi sono gli sfruttati. In questo stato di cose gli agricoltori onesti sono gli sfruttati. Anche questo è caporalato, però a danno delle imprese. Queste sono solo alcune delle rivendicazioni che come Cia poniamo all’attenzione delle istituzioni regionali, nazionali ed europee dalle quali gli agricoltori da anni attendono risposte”.

     

    Fonte: Cia agricoltori

    Sfoglia le riviste

    News Agricoltura

    • Il futuro dell'agricoltura: hi-tech e gestione del rischio  TrentinoLe sfide della nuova PAC: l'agricoltura deve diventare «smart»  ladigetto.it (Comunicati Stampa)Full coverage

      Leggi l'articolo
    • Uso dei fanghi di depurazione in agricoltura. «No in Basilicata ...  Agricultura.itFull coverage

      Leggi l'articolo
    • Cerignola, si è svolta la decima edizione della Festa dell'Agricoltura  FoggiaTodayL'agricoltura di Capitanata merita una festa, gliela fa la Uil a Cerignola  il Mattino di FoggiaFull coverage

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Nel settore dell'ortofrutta serve puntare su una quotidiana e serrata ...  Freshplaza.it (Comunicati Stampa)Full coverage

      Leggi l'articolo
    • Orsero e la gestione logistica: l'ortofrutta diventa smart  Logisticamente.itFull coverage

      Leggi l'articolo
    • Mega, il reparto ortofrutta ai raggi X  Italiafruit NewsFull coverage

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca