Lunedì, 21 Agosto 2017


Tecniche colturali

Anticipare con successo la raccolta con "PolyFilm-150-L"

13 Luglio 2017

Retilplast presenta l'innovativo telo a nove strati frutto della tecnologia italiana, dotato di elevata resistenza meccanica e in grado di garantire qualità e anticipo della maturazione. Rinforzi sul bordo del telo “PolyFilm-150-L”. Ciliegie "Early Lory" raccolte in anticipo presso l'azienda Naturaviva di Bisceglie (BT).

Comunicato aziendale a cura di Retilplast srl

PolyFilm-150-L è l’innovativo fim frutto della ricerca dell’azienda italiana Retilplast, pensato per proteggere frutteti e vigneti da pioggia, vento, grandine ed escur sioni termiche. Il telo, spesso appena 150 micron, è formato da ben 9 strati, che donano una resistenza meccanica superiore ad altri prodotti, anche piĂą spessi, presenti sul mercato.

Grazie alla trasparenza di “PolyFilm-150-L” è possibile agire sullo spettro luminoso che raggiunge le piante, migliorandola qualitĂ  e la quantitĂ  del raccolto, in virtĂą del passaggio delle radiazioni UV-A e UV-B. Il prodotto è stabilizzato agli UV con una resistenza di 500KLY e può essere esposto al sole per una durata di 3 anni, come confermato da sperimentazioni effttuate in agro barese. Infatti il telo si è dimostrato ottimo per quando riguarda la resistenza alle radiazioni solari e agli agenti chimici.

La tecnologia messa in campo da Retilplast prevede anche dei pratici rinforzi sui bordi e favorisce un buon livello di diffusione della luce (valore medio misurato 39%). Il fim si applica ad inizio primavera su impianti di ciliegie, mirtilli, lamponi, uva da tavola e kiwi giallo, per ottenere un anticipo dell’epoca di maturazione e un’ottima colorazione dei frutti.

A conferma della qualitĂ  e delle caratteristiche del prodotto, riportiamo la relazione dell’agronomo Antonio Guglielmi, che utilizza “PolyFilm-150-L” su un impianto di ciliegiopresso la sua azienda agricola “Naturaviva”, sita in agro di Bisceglie (BT). L'azienda per il 3° anno consecutivo ha anticipato la maturazione e la raccolta delle ciliegie grazie al telo a marchio Retilplast.

“Si tratta di un ciliegeto realizzato nel 2013 con varietĂ  precocissime quali “Early Lory” e “Palombara” (cultivar locale impollinatrice). La coltura è stata impiantata in una serra tunnel di tipo stagionale, senza riscaldamento artifiiale, in semi-forzatura, con copertura in fim plastico “PolyFilm-150-L” della Retilplast. La forma di allevamento utilizzata è a doppia parete inclinata (tipo Y) con un sesto di impianto 2 x 5 metri”, ha spiegato il tecnico.

“La qualitĂ  del prodotto è risultata ottima per calibro, consistenza e grado zuccherino. Le quantitĂ  raccolte per pianta sono state molto soddisfacenti anche in rapporto all’etĂ  delle stesse, con circa 16 kg per E.Lory e 14 per Palombara. La cultivar E. Lory ha raggiunto un calibro medio di 32-34 mm, mentre la Palombara, cultivar di solito con modeste pezzature utilizzata come impollinatrice, ha raggiunto un calibro medio superiore ai 26 mm e una buona consistenza”, ha affrmato il dottor Guglielmi.


Clicca sulla tabella per ingrandirla

 â€śIn conclusione posso affrmare che la coltura del ciliegio in semi-forzatura con l’utilizzo del fim della Retilplast ha garantito ottimi risultati. 

Il PolyFilm-150-L ha aiutato molto nella gestione delle temperature e dell'umiditĂ  nelle fasi piĂą delicate come fioritura e allegagione”, ha concluso l’agronomo Antonio Guglielmi.

 

 Possiamo quindi riassumere le caratteristiche principali di “PolyFilm-150-L” in 6 punti:

  • luce diffsa;
  • rinfrescante;
  • elevato passaggio radiazione UV-B;
  • contrasta le escursioni termiche;
  • alta resistenza meccanica;
  • ottima resistenza ai prodotti chimici e alle radiazioni solari.

 

Autore: Retilplast srl

Questo sito utilizza i cookie per le sue funzionalità tecniche e di profilazione. Chiudendo questo banner e proseguendo con la navigazione acconsenti al loro impiego; in alternativa è possibile personalizzare la loro configurazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy.