Agricoltura: Ue prevede aumento redditi e meno adetti al settore

da Redazione uvadatavola.com

Nei prossimi 10 anni gli agricoltori europei guadagneranno di più, soprattutto perché il loro numero è in calo: è quanto emerge dallo studio della Commissione Ue sulle prospettive per i mercati agricoli e i ricavi nel decennio 2013/2023.

In particolare, il reddito reale di ogni agricoltore sarà superiore nel 2023 del 46,8% rispetto al periodo 2003/2007, e l’aumento annuo del prossimo periodo sarà pari all’1,8%. Nel giro di 10 anni, gli addetti del settore agricolo diminuirano del 42,3% e questo spiega l’aumento del loro reddito pro capite a dispetto di una diminuzione complessiva del 15,1%.

Ad aumentare, segnala Bruxelles, saranno soprattutto i ricavi nei Paesi che sono entrati più recentemente nell’Ue. Quanto ai diversi prodotti agricoli, il fattore di domanda più dinamico riguarderà i biocarburanti, mentre tornerà ad aumentare il consumo di carne (che nel 2013 ha toccato il minimo di 11 anni) grazie all’incremento della domanda per il pollame e la carne di maiale. Lo studio prevede inoltre un netto aumento della produzione e delle esportazioni dei prodotti caseari: nel 2023 la produzione di latte sarà pari a 150 milioni di tonnellate.

Fonte: AGI

 
 

Articoli Correlati