Martedì, 03 Ottobre 2017 14:09

    Nuove varietà e royalty, Stea: “No a contratti capestro in Puglia”

    "La Puglia dell'uva da tavola sta diventando una colonia israeliana, californiana o cilena. Per produrre determinate varietà versiamo vere e proprie royalty ai Paesi d'origine. Ma ci viene anche imposto di vendere il prodotto solo a determinati soggetti".

    "E, nel caso in cui quest'ultimo impegno viene violato le viti possono anche essere tagliate». Questa la denuncia del consigliere regionale pugliese, Gianni Stea.

    "L'utilizzo delle nuove e pregiate varietà si scontra con la tutela dei diritti d'autore. Per poter coltivare alcune delle nuove varietà californiane o israeliane, per esempio, è infatti necessario sottoscrivere un contratto con grandi vincoli, pagare royalty, vendere e commercializzare l'uva solo attraverso gli uffici centralizzati della società detentrice del brevetto vegetale!.

    "Queste condizioni - per il consigliere regionale pugliese - non sono accettabili dai produttori italiani, e pugliesi in particolare, abituati a coltivare e commercializzare liberamente. Le condizioni imposte dai possessori di brevetto vegetale sono quindi ritenute limitative della libertà dell'imprenditore e riduttive per il reddito. In pratica, si riconosce il diritto delle società ad esigere quanto gli spetta per la costituzione e proprietà delle varietà, ma tutto questo deve avvenire una sola volta e senza interferire poi nel proseguo dell'attività imprenditoriale".

    Stea si rivolge al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano: "Affinché con l'assessore all'Agricoltura Di Gioia e il dottor Nardone si valutino nuove strategie per liberare la Puglia da tale giogo. Siamo pronti a studiare un'apposita proposta di legge regionale che possa fare da apripista ad una più ampia normativa nazionale. Considerando il nostro territorio e come questo è strutturato, crediamo che la cosa migliore da fare sia lasciare libero il produttore di vendere a chi, di volta in volta, ritiene più opportuno evitando che si possano esplorare un limitato numero di canali commerciali".

     

    Fonte: altamuralife.it

    Massò

    Aichem

    Sfoglia l'anteprima

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca