Martedì, 08 Maggio 2018 08:42

    Uva da tavola: calcio e qualità del frutto - prima parte

    La fase di post-raccolta rappresenta per l’uva da tavola un periodo chiave, che influenza in maniera diretta la qualità del frutto.

    Anche se si svolge un lavoro eccellente in campo in termini di difesa della coltura, se il prodotto non è in grado di “sopportare” bene il periodo che intercorre tra la raccolta e la vendita, il risultato potrebbe rivelarsi deludente. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario lavorare correttamente con la nutrizione. Nel presente articolo andremo a dettagliare alcuni aspetti che riguardano la fisiologia delle arboree (ed in particolare della vite ad uva da tavola) al fine di individuare il miglior modo di agire in fase di nutrizione della coltura.

    Il ruolo del calcio
    Tra le tante funzioni svolte dal calcio, riveste particolare importanza quella strutturale: questo elemento contribuisce alla formazione delle pareti cellulari e garantisce stabilità alle membrane delle stesse cellule. Il calcio ricopre inoltre funzioni di “messaggero” chimico tra distinti organi e tessuti della pianta. Questo elemento viene assorbito dalle radici come ione Ca2+, attraverso i canali ionici. Si tratta di una tipologia di assorbimento che dipende in larga misura dal flusso dell'acqua verso le radici, trasportando gli ioni Ca2+ fino alla superficie di queste ultime.

    Questo assorbimento è effettuato principalmente da nuove radici non suberizzate, ovvero dalla componente di queste che si trova in attiva crescita. Disporre del maggior numero possibile di radici in fase di crescita è la chiave alla base della “costruzione” del frutto e della sua consistenza finale: l'assorbimento del calcio non dipende dalla quantità di questo elemento che si apporta al suolo, ma dal numero di radici attive di cui la pianta dispone.

    Da un punto di vista chimico-fisico, i fattori più importanti da considerare nel momento in cui si vuole favorire l’assorbimento di calcio sono la conducibilità elettrica della soluzione circolante nella zona radicale, la equilibrata relazione del calcio nella soluzione circolante rispetto agli altri cationi come Mg2+, K+, Na+ e la presenza di nuove radici in crescita attiva che sono quelle che lo assorbono in maggior quantità. Da quanto appena esposto, è facile dedurre che la temperatura, l'ossigenazione, la struttura del suolo e la corretta irrigazione giocano un ruolo fondamentale nel processo di assorbimento di questo elemento.

    Un altro concetto che va precisato è che il movimento del calcio nella pianta avviene per via xilematica, non esistono evidenze solide che dimostrino il movimento di questo elemento per via floematica. Ne consegue che la strategia di fertilizzazione a base di calcio deve prediligere la via radicale.

     

    Autori: Giovanni Manca - Agronomo, delegato Sud Italia AGQ Labs Italia
    Gonzalo Allendes Lagos- Ing. Agr. PUCV - Director Técnico Corporativo AGQ Labs

    Sfoglia l'anteprima

    News Agricoltura

    • La nutraceutica futuro asset della crescita in agricoltura  Italia OggiLa nutraceutica per far crescere l'agricoltura. Le potenzialità dei prodotti e delle molecole di origine naturale sono stati gli argomenti...

      Leggi l'articolo
    • Comunicato n.984 - AGRICOLTURA: VENERDÌ 21 AD AGRIPOLIS GLI “STATI GENERALI” DELLO SVILUPPO RURALE – ASSESSORE PAN, “DALLA CONSULTAZIONE ONLINE LE PRIORITÀ REGIONALI VERSO IL 2030”  Regione Venetoelenco comunicati. AGRICOLTURA: VENERDÌ 21 AD AGRIPOLIS GLI “STATI GENERALI” DELLO SVILUPPO RURALE –[…]

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura: Ue, regioni Italia verso aumento gruppi operativi - Innovazione  Agenzia ANSABRUXELLES - Il numero di gruppi operativi locali per l'innovazione in agricoltura attivi oggi in Italia, circa 200, "potrebbe aumentare in modo esponenziale" nei ...

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Aldi, 59 store in Italia. “L'ortofrutta? Registra i maggiori volumi di vendita”  Fruitbook Magazine59 punti vendita in Italia e un "nuovo modo di fare la spesa". ALDI ha obiettivi ambiziosi nel nostro Paese; l'ortofrutta, rivela l'azienda, è centrale.

      Leggi l'articolo
    • L'Uzbekistan cresce e con esso anche le aziende dell'ortofrutta  Freshplaza.itBuona partecipazione e tante possibilità di affari alla fiera AgroTech di Tashkent, in Uzbekistan, che si è tenuta la scorsa settimana dal 12 al 14 giugno 2019.

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta, il “modello” Emilia-Romagna: l’innovazione passa dall’aggregazione  La RepubblicaOrganizzarsi, aggregarsi, riunirsi in gruppi cooperativi o creare alleanze di filiera per affrontare più forti il mercato dell'ortofrutta, usando la leva dell'innovazione, ...

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca