Giovedì, 19 Luglio 2018 15:46

    Verso il via libera all’ortofrutta del Sahara Occidentale in Europa

    Il Consiglio affari esteri dell'Unione europea si è espresso a favore dell'adozione dell’accordo agricolo preferenziale anche con l'area del “Sahara marocchino”.

    La Corte di giustizia dell’Unione europea, nel dicembre 2016, aveva precluso il Sahara occidentale dall’accordo di associazione Ue-Marocco, considerando quel territorio Paese terzo. Da allora il Marocco ha sempre cercato di modificare l'accordo e ora l'ultimo passo richiesto è la ratifica delle modifiche da parte del Parlamento europeo.

    Negli ultimi anni i volumi di ortofrutta prodotti nel “Sahara marocchino” sono cresciute sempre più (ad oggi si contano 64mila tonnellate e si prevede di raggiungere in futuro le 500mila tonnellate). Qui si coltivano soprattutto per pomodori (50mila tonnellate) e meloni (14mila tonnellate) e al momento sono impiegati per l'agricoltura 900 ettari, si prevede però di giungere a 5000 ettari destinati alla produzione di ortofrutta nei prossimi anni.

    Gli scambi commerciali, oltre che con l'Europa, che la principale acquirente della merce marocchina, avvengono anche con la Russia.

     

    Autore: La Redazione

    Copyright: uvadatavola.com

    Sfoglia l'anteprima

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca