Giovedì, 17 Gennaio 2019 13:51

    Uva bianca contro grasso addominale e malattie metaboliche

    Per la prima volta, un gruppo di ricercatori dell'Istituto di Biotecnologie dell'Università di Caxias do Sul, in Brasile, ha valutato gli effetti derivanti del consumo di uva bianca.

    Tutti lavori di ricerca, finora, erano volti ad analizzare le proprietà benefica delle uve pigmentate e dei loro succhi derivati, in grado di proteggere dalle malattie cardiovascolari.
    Dopo aver analizzato,su 25 donne in sovrappeso di età compresa tra 50 e 67 anni, indice di massa corporea, circonferenza addominale, pressione sanguigna, glucosio ematico, insulina e profilo lipidico, gli studiosi hanno osservato che l'assunzione di succo di uva bianca ha ridotto in modo significativo peso corporeo e circonferenza addominale, incrementando al contempo il colesterolo buono (HDL) del 16%.

    Sarebbe stata riscontrata, quindi, un'azione dimagrante e migliorativa di alcuni parametri metabolici, mentre non sarebbero emerse alterazioni di pressione sanguigna, glucosio e insulina.
    I risultati della ricerca sono stati pubblicati nel giugno dello scorso anno, e riproposti in questi giorni dalla rivista Nutrition.
    Sono stati identificati diversi composti fenolici come acido caffeico, acido cumarico, acido ferulico, catechina, epicatechina, trans-resveratrolo, che presentano un'attività anti-radicali liberi, antimicrobica, cardioprotettiva, antitumorale, antinfiammatoria e antinvecchiamento. Le percentuali delle sostanze contenute nell'uva bianca o scura hanno fatto in modo che il risultato finale sia stato diverso.

    Negli studi precedenti, condotti sul succo di uva rossa, era stato infatti riscontrato che l'assunzione di una dose pari a 5.5 mL/kg di peso corporeo per 2 settimane aveva ridotto la pressione sanguigna negli ipertesi.
    Le donne volontarie, reclutate per effettuare la ricerca, sono state istruite a consumare 7 mL al giorno per kg di peso corporeo di succo d'uva bianca per 30 giorni, senza apportare cambiamenti sul consumo energetico o sullo stile di vita. Si trattava nello specifico di uva di Vitis labrusca, pianta rampicante appartenente alle viti americane, ma coltivata anche in Europa.

    Il succo avrebbe mostrato un'azione dimagrante sul grasso viscerale, unita all'aumento del colesterolo HDL capace di contribuire a minimizzare i rischi cardiometabolici associati al trasporto del colesterolo.
    Entrambi i parametri sono coinvolti nel rischio di insorgenza della sindrome metabolica e, il succo di uva bianca, sembra avere un ruolo protettivo contro le malattie metaboliche e cardiovascolari.

    Sfoglia l'anteprima

    CorsoIrrigazione

    News Agricoltura

    • Cina-Africa: scambi agricoli decuplicati dal 2000 - Dalla Cina  Agenzia ANSA

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura: Wojciechowski, difenderò bilancio Pac - Agri UE  Agenzia ANSA

      Leggi l'articolo
    • Per le donne in agricoltura arrivano i mutui a tasso zero  Facile.it

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Ortofrutta imballata con plastica? Anche no, CTCU: come funziona l'alternativa “marcatura naturale”  Help Consumatori

      Leggi l'articolo
    • Turismo e ortofrutta: ecco "Gli itinerari del radicchio di Chioggia IGP"  Myfruit.it

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta bio fertilizzata con matrici da riciclo  Agronotizie

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca