Lunedì, 04 Febbraio 2019 14:52

    Campagna 2018, l'analisi di un produttore di uve tardive

    La stagione che si è conclusa sarà sicuramente ricordata dai diversi attori della filiera perché molto impegnativa e faticosa.

    Elevati costi di produzione, prezzi inferiori e andamento lento dei mercati hanno caratterizzato una campagna già segnata da condizioni climatiche avverse, fisiopatie (cracking, disseccamento del rachide, browning, ecc.) e numerosi problemi fitosanitari. Tuttavia, nonostante le molteplici difficoltà, si è riusciti ad ottenere un prodotto di qualità soddisfacente. Uvadatavola.com ha raccolto le considerazioni di Salvatore Iodice (produttore di uva da tavola).

    Cliccando qui puoi leggere anche l'intervista a Tonio Palmisano, produttore di uva da tavola in agro di Turi (BA).


    Maltempo, costi elevati e prezzi al ribasso
    Per Salvatore Iodice, titolare dell'azienda agricola Fratelli Iodice, “La stagione ha avuto un inizio altalenante, con piogge che da un lato hanno sostenuto la crescita delle piante ma dall’altro hanno agevolato la proliferazione di patogeni come peronospora e botrite, anche su acini crudi”. L’azienda, situata tra i comuni di Barletta e Canosa, produce uve medio-tardive sia con semi (Red Globe, Italia, Pizzutella, Black Pearl) che senza semi (Crimson, Allison, Timco) che nel Nord Barese vengono in genere raccolte non oltre i primi dieci giorni di novembre.

    "Nonostante le condizioni avverse, con l’adozione di una corretta strategia di difesa abbiamo tenuto sotto controllo le diverse problematiche, anche perché le nostre produzioni sono tutte coperte con film plastici. In questo modo siamo riusciti a conferire le nostre uve con un ottimo profilo residuale", spiega. Tuttavia le insistenti piogge cadute a cavallo tra giugno e luglio hanno favorito la comparsa di peronospora anche sui grappoli sotto telo, perché soggetti a bagnatura costante.

    “Dobbiamo però ammettere - continua - che il clima è stato più clemente con il Nord Barese, ad agosto infatti non ha piovuto molto”.

    Il produttore conclude affermando che rispetto alla scorsa stagione i volumi sono stati maggiori ma i costi di produzione più alti, a discapito del prezzo: “Nonostante la più elevata quantità di uva, questa stagione è stata peggiore, se confrontata con la precedente. A fine ottobre il frutto ancora sulla pianta è stato compromesso dalle piogge che hanno colpito i nostri areali di produzione”.

     

    Autore: Teresa Manuzzi

     

     

    Sfoglia le riviste

    News Agricoltura

    • Agricoltura, la stretta sui prezzi mette in affanno i produttori  Il TirrenoNel settore le difficoltà investono soprattutto le imprese a conduzione familiare Pasquini (Cia): «Servono delle misure in grado di cambiare lo stato delle cose»

      Leggi l'articolo
    • Pecci (Lega): riportare l’agricoltura al centro  News RiminiNoi immaginiamo una agricoltura dove la robotica abbia un ruolo primario e porti ad un mutamento della qualità del lavoro.

      Leggi l'articolo
    • «La macina e il grano», a Petacciato si parla di agricoltura biologica Le foto  Termoli OnlinePETACCIATO. Negli ultimi anni è cresciuta, progressivamente, l'attenzione dei consumatori nei confronti dei prodotti alimentari biologici non elaborati e ...

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Francia: Carrefour offre ortofrutta biologica di stagione  Freshplaza.itCarrefour è sempre impegnato nel fornire ai propri clienti le migliori frutta e verdura. Ma, ancora meglio, se i prodotti sono biologici e stagionali. Da settembre ...

      Leggi l'articolo
    • Tir carico di ortofrutta avvolto dalle fiamme, paura sulla provinciale  LeccePrimaTir carico di ortofrutta prende fuoco sulla provinciale. Era diretto ai supermercati MD  CasertaCEFiamme avvolgono tir carico di ortofrutta, paura sulla provinciale  LecceSetteMonteroni: incendio avvolge tir carico di ortofrutta  TeleRama NewsVisualizza copertura completa su[…]

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta romagnola, export in sofferenza  Italiafruit NewsTerzo trimestre del 2018 negativo per l'export dei distretti dell'Emilia Romagna (-2,3%), in controtendenza rispetto alla crescita del totale dei distretti tradizionali ...

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca