Categorie

    Giovedì, 07 Febbraio 2019 16:56

    Confusione sessuale: le novità e i consigli

    Sono ormai 30 anni che in Italia è stato introdotto il metodo della confusione sessuale su vite e fruttiferi al fine di controllare la popolazione di alcuni insetti.

    Per l’occasione la Biogard, ha organizzato, martedì 5 febbraio 2019, un incontro a Bari per valutare “lo stato dell’arte” ed illustrare gli aggiornamenti sul tema. Uvadatavola.com ha intervistato Filippo Rotunno, responsabile tecnico commerciale per BIOGARD - Divisione agricoltura per CBC (Europe)SrL - per approfondire la tematica.

    Può illustrarci le tematiche affrontate durante l'incontro di martedì a Bari?
    “Nel corso del convegno si è discusso principalmente della confusione per Lobesia botrana (la tignoletta della vite) e Cocciniglia della vite. Fondamentale è comprendere che la confusione sessuale non è un sistema alternativo al trattamento antiparassitario convenzionale, ma è una metodologia che può essere risolutiva e può abbattere sensibilmente la presenza degli insetti, consentendo di ottenere il massimo dell’efficienza e riducendo i trattamenti”.

    Bisogna tener conto anche delle specifiche caratteristiche di ogni specie prima di agire?
    "Esatto, ogni insetto ha delle proprie modalità di esplorazione. Ad esempio la tignoletta della vite è un insetto che si muove con facilità. Pertanto in vigneti molto piccoli, adiacenti a vigneti non confusi, non è possibile effettuare un buon controllo perché le femmine già fecondate potrebbero comunque giungere nel nostro impianto. Per la cocciniglia della vite, invece, questo pericolo non sussiste, perché le femmine fecondate sono stanziali. In questo caso la confusione si dimostra  efficace anche in vigneti di piccole dimensioni e confinanti con impianti che non prevedono un sistema di controllo. Si rivela sempre 
    fondamentale valutare sempre le potenzialità di sviluppo degli insetti sulla base delle annate. Ad esempio se i mesi di giugno e luglio sono particolarmente freschi, ventosi e piovosi le potenzialità di sviluppo della tignoletta della vite sono molto elevate. Non rispettare i tempi di posizionamento dei feromoni predispone il produttore ad un danno elevato soprattutto durante la terza generazione.”

    Quali sono quindi i periodi corretti per posizionare gli erogatori in un vigneto?
    “Si consiglia di posizionare entro fine marzo gli erogatori per la confusione su tignoletta, ed entro fine aprile quelli per il controllo della cocciniglia della vite. Per la tignola rigata, al momento non è in commercio alcun feromone per la confusione. Biogard però sta effettuando delle sperimentazioni in campi prova ed entro fine marzo risulta efficace intervenire con la confusione. CBC distribuisce in esclusiva a livello mondiale gli erogatori biogard shin etsu, si tratta di dispenser da porre all’interno dell’impianto in maniera uniforme. Ovviamente è fondamentale che il posizionamento avvenga prima che gli adulti comincino i primi voli, in questo modo si impedisce l’accoppiamento degli insetti e si controlla la popolazione. Per il posizionamento fisico degli erogatori che hanno la forma di fettucce/bucatini la nostra azienda ha realizzato un’app gratuita che indica ai produttori, sulla base del sesto di impianto, la quantità di erogatori da distribuire all’interno del vigneto".

    Infine Rotunno conclude: "ll nostro sistema si presenta, come già detto in precedenza, come un bucatino. All’interno vi è il feromone in forma liquida. Grazie ad un fenomeno fisico, in base alla temperatura ed al vento, avviene la fuoriuscita del feromone dall’interno del "bucatino" all’esterno. Questo permette di avere nel corso della giornata, e soprattutto verso sera, la distribuzione necessaria del feromone per consentire di oscurare la femmina al maschio. Più è caldo o c’è vento e più l’emissione aumenta per coprire lo spazio con l’adeguata quantità di feromone. Il dispositivo grazie alla capillarità, resta sempre uniformemente umido e possiede una durata capace di coprire tutti i cicli dell’insetto durante l’anno". 

     

    Autore: La Redazione
    Copyright: uvaadtavola.com 

     

     

    Sfoglia l'anteprima

    News Agricoltura

    • Danni per 47 milioni, l’agricoltura in ginocchio chiede aiuto  Giornale di BresciaVento, pioggia e grandine. Una devastazione senza precedenti alle coltivazioni e alle strutture. Il maltempo di questa estate presenta il conto: la somma dei ...

      Leggi l'articolo
    • "Multinazionali dell'agricoltura e grandi allevamenti, ecco chi brucia l'Amazzonia"  DireGli incendi che stanno devastando il polmone verde del pianeta non dipendono dal riscaldamento globale ma sono causati dall'uomo.

      Leggi l'articolo
    • Comunicato n.1389 - AGRICOLTURA: CHI CONOSCE I FONDI EUROPEI LI PROMUOVE A PIENI VOTI, ASSESSORE PAN, "PSR E FONDI FEASR UTILI PER L'84% DEGLI OPERATORI, MA ANCORA POCO CONOSCIUTI TRA I CITTADINI"  Regione VenetoChi lo conosce ne apprezza i risultati: oltre[…]

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • «Ortofrutta sulla strada: più controlli»  Il Resto del Carlino«CON la stagione estiva spuntano come funghi. Quest'anno poi, col maltempo che ha colpito anche le colture locali, sono aumentati». Al centro della denuncia ...

      Leggi l'articolo
    • Pugliese (Conad): "Ortofrutta Emilia-Romagna esempio di cosa significa fare sistema"  Myfruit.itNella tappa di Forlì de il "Grande Viaggio Insieme" il ceo di Conad propone una "alleanza tra buoni" che unisca le comunità.

      Leggi l'articolo
    • Sacchetti riutilizzabili per ortofrutta  Polimerica.itIn fase di introduzione nei 3.200 punti vendita tedeschi della catena Lidl per ridurre i consumi di plastiche monouso.

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca