Venerdì, 22 Febbraio 2019 12:50

    Panoramica sui mercati internazionali: Asia la destinazione più ambita

    I principali Paesi di produzione di uva da tavola dell'Emisfero Meridionale sono in piena fase di raccolta, mentre l'India sta cominciando con le prime spedizioni.

    In base ai dati finora forniti, mediamente le produzioni di uva sono in aumento, grazie anche alle ottimali condizioni climatiche verificatesi in quegli areali.


    I Paesi asiatici rappresentano una destinazione sempre più ambita per i produttori di uva da tavola e ciò sta influenzando le varie dinamiche di mercato.

     

    SUDAFRICA
    La South African Table Grape Industry (SATI) ha comunicato che nelle due Regioni di produzione più precoci, Northern Provinces e Orange River, si sta procedendo alle ultime operazioni di raccolta. La prima stima dei volumi prodotti per la stagione 2018-2019 rimane invariata, tra 63,2 e 70,1 milioni di box (da 4,5 kg).
    Per conoscere nel dettaglio la situazione nelle varie Regioni di produzione sudafricane CLICCA QUI.

    USA
    Le condizioni di mercato attuali negli Stati Uniti hanno confermato le previsioni degli esportatori di uva da tavola sudamericani, ovvero una carenza di prodotto.La California negli ultimi anni disponeva di volumi più elevati di uva durante il periodo autunnale, portando i principali Paesi esportatori, come Perù e Cile, a concentrarsi maggiormente su altre destinazioni come Europa e Asia, al fine di evitare la saturazione del mercato statunitense. Da ottobre a dicembre 2018 il mercato USA è stato difficile, ma in seguito la quantità di uva sui mercati ha cominciato a scarseggiare. Una delle cause è da attribuire alle minori spedizioni dal Cile rispetto agli anni precedenti.
    Per approfondire le dinamiche di mercato dell'uva da tavola negli Stati Uniti CLICCA QUI.


    INDIA
    Le spedizioni di uva indiana verso i mercati mondiali hanno raggiunto cifre record, con volumi che ad aprile-marzo probabilmente supereranno per la prima volta le 200.000 tonnellate, toccando quota 215.000. Le esportazioni indiane sono aumentate dell'11% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, in particolare verso la Cina, dove sono state inviate 2.250 tonnellate di uva (rispetto alle 607 tonnellate nel 2017-18), in quanto i consumatori cinesi le gradiscono molto.
    L'Australia, come la Cina, ha siglato accordi per importare uve dall’India, faverondone le esportazioni. Attualmente i Paesi Bassi sono il più grande importatore di uve indiane, seguiti da Russia, Regno Unito, Germania ed Emirati Arabi Uniti.Tuttavia, l'export di uva da tavola indiana in Russia e Sri Lanka è stato interrotto a metà della stagione per il mancato rispetto dei requisiti di controllo dei parassiti (per saperne di più CLICCA QUI).

    CILE
    Per la prima volta un carico di 1.250 tonnellate di uva da tavola della varietà Red Globe, spedito dal porto di Caldera (a nord del Cile), raggiungerà Hong Kong dopo un viaggio di 34 giorni. La nave, della compagnia di navigazione Hapag Lloyd, è salpata lo scorso 15 febbraio dal terminal marittimo con il suo carico dotato di idonee protezioni e condizioni per sostenere il lungo viaggio.
    La spedizione è considerata una pietra miliare per la regione di Atacama. Il direttore commerciale del terminal marittimo di Puerto Caldera, Christopher Aliste, ha spiegato che si stanno aprendo nuove rotte per tutto il mondo, sia per prodotti ortofrutticoli che minerari."Questa nuova rotta verso l'Asia è un grande passo in avanti, che dimostra come la nostra crescita è basata anche sulle esigenze dei mercati", ha dichiarato il funzionario, che ha anche spiegato che si prevede di lavorare nei prossimi mesi anche con i prodotti provenienti dalla vicina Argentina.


    © uvadatavola.com

    Sfoglia l'anteprima

    News Agricoltura

    • Mons. Arellano alla Fao: agricoltura sostenibile e aiuti alle famiglie rurali  Vatican NewsL'arcivescovo Fernando Chica Arellano, capo della delegazione della Santa Sede, è intervenuto alla 41esima sessione della conferenza Fao sul tema: ...

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura, Gentili: «Parco della Maremma laboratorio di innovazione con la gestione dei terreni regionali  IlGiunco.netGROSSETO - “La proposta di dare un ruolo più rilevante al Parco della Maremma in ambito agricolo attraverso la gestione diretta di terreni di proprietà reg.

      Leggi l'articolo
    • VIDEO | Agricoltura multifunzionale, "E' un volano per l'economia"  DireL'assessorato per l'Agricoltura della Regione Lazio e Arsial hanno promosso 'Progettare lo sviluppo. Un network per l'agricoltura multifunzionale'

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Ortofrutta packaging-free d'ora in poi da Albert Heijn  Freshplaza.itLa catena olandese Albert Heijn intende utilizzare il 25% in meno di imballaggi entro il 2025, con la percentuale di imballaggi rimanente che dovrà essere ...

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta in crisi, accordo in Basilicata con Spesì  Italiafruit NewsPresso lo stabilimento della catena dei Supermercati Spesì di Policoro, è stato chiuso il primo accordo di filiera tra Coldiretti Basilicata e Spesì per il settore ...

      Leggi l'articolo
    • Piu' coerenza sul fronte del marketing in ortofrutta  Freshplaza.itIl marketing ortofrutticolo deve fare un passo in avanti. Anzi, meglio due per recuperare il tempo perduto. Ma occorre uscire dall'equivoco, perché sembra che ...

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca