Mercoledì, 03 Aprile 2019 12:28

    Sitofex: continuano le azioni contro il commercio illegale

    Sitofex® è un fitoregolatore prodotto dalla società tedesca AlzChem Trostberg GmbH ed utilizzato in agricoltura per regolare la dimensione del grappolo e degli acini nell'uva da tavola, per migliorare il calibro del kiwi e per prevenire il cancro batterico dell'actinidia (PSA).

    AlzChem è la sola titolare in Italia dell'autorizzazione del Ministero della Salute dell'unico prodotto fitosanitario Sitofex® e, in ambito europeo, del principio attivo forchlorfenuron, come regolatore della crescita delle piante. Negli ultimi anni, in Veneto, Emilia-Romagna, Piemonte, Puglia, Lazio, Calabria e Sicilia, sono stati riscontrati numerosi casi di contraffazione, relativamente al Sitofex®, consistenti nel tentativo di riproduzione del prodotto attraverso l'imitazione del contenuto, dell'etichetta e delle bottiglie. Inoltre, risulta che in alcune zone d'Italia, il prodotto illegale viene anche commercializzato come sostanza solida confezionata in bustineGià dal 2017, la AlzChem ha avviato un’azione incisiva per contrastare tale fenomeno di illegalità.

    A novembre 2017, infatti AlzChem, in persona dei suoi legali rappresentanti, ha sporto denuncia-querela contro ignoti presso le Procure di Bari, Reggio Calabria, Latina e Ravenna per i reati che si rinvengono dai fatti narrati, al fine di contenere l'espansione del mercato di prodotti illegali a base di forchlorfenuron, attraverso una sistematica azione di contrasto nei confronti dei canali distributivi, anche di commercio elettronico.

    Si è proceduto ad una informazione capillare anche nei confronti delle associazioni di frutticoltori e di categoria. La società produttrice, a maggio e a luglio 2018 ha trasmesso degli esposti ai Dipartimenti dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari e ai Comandi dei Carabinieri Tutela Agroalimentare dislocati su tutto il territorio nazionale.

    Gli esposti hanno determinato numerose ed incisive attività di controllo da parte delle Istituzioni. In particolare, è dato di sapere che nella zona di maggiore coltivazione dell’uva da tavola è stato sequestrato Sitofex contraffatto. Dal sequestro è scaturito un procedimento penale presso la procura di MateraAnche quest’anno verranno riproposti gli esposti per mantenere alta l’attenzione delle Autorità amministrative e di vigilanza nelle zone maggiormente interessate dal fenomeno del commercio illegale di Sitofex.

    La Società anche nel 2019 – come accaduto nel corso del 2017 e del 2018 – a mezzo dei suoi consulenti tecnici e legali – sta organizzando nelle zone di coltivazione dell'uva da tavola e del kiwi riunioni con operatori del settore agricolo al fine di informare in merito alle iniziative e per formare in merito alla individuazione dei prodotti contraffatti presentati invece da ignoti come originali, sia pur provenienti da mercato estero (in realtà provenienti da un mercato parallelo e come tale illegale).

    AlzChem non mancherà di costituirsi parte civile in ogni processo penale che scaturirà dalle indagini dell'Autorità Giudiziaria.

    L'utilizzo di prodotti fitosanitari illegali costituisce - soprattutto - un rischio per la salute degli operatori agricoli, per i consumatori e per l'ambiente.

    La composizione dei prodotti illegali non è conosciuta e anche modifiche parziali delle caratteristiche fisico-chimiche possono condurre a degli effetti tossici ed inquinanti non accettabili. Agli imprenditori agricoli viene artatamente riferito che trattasi di prodotto che proviene dalla stessa fonte di quello presente nelle rivendite autorizzate e che trattasi di una mera strategia di vendita dell'azienda produttrice.

    È chiaro che ciò non risponde assolutamente al vero, ma in tal modo gli imprenditori agricoli acquistano la merce contraffatta ritenendo presumibilmente solo di procedere ad un affare commerciale, senza la consapevolezza di incorrere in una fattispecie di reato. Non da ultimo, per le aziende agricole è previsto l'obbligo di compilazione dei quaderni di campagna sui quali annotare i trattamenti fitosanitari. Pertanto, quando gli imprenditori agricoli subiscono controlli amministrativi dando luogo all'analisi delle foglie, può essere accertato per un certo periodo l'utilizzo del p.a. forchlorfenuron. Evidente è che le aziende prive di documentazione di regolare acquisto del Sitofex®, hanno fatto ricorso con ogni probabilità a prodotti illegali e sono suscettibili di ulteriori accertamenti nel corso dei quali si può verificare se il quantitativo acquistato regolarmente sia congruo al fabbisogno effettivo dell'azienda.

    In questo contesto si rende noto che - ormai da tempo - sulle bottiglie da 1 litro di Sitofex® originali della AlzChem si individua un QR-code che consente all'acquirente di verificare l'originalità del prodotto acquistato. Nella denuncia-querela di cui sopra, è stata evidenziata alle Autorità Giudiziarie la necessità di effettuare controlli/indagini da parte degli organi di controllo nel periodo di maggiore utilizzo del Sitofex® e, quindi della possibilità di un suo accertamento.

    In virtù dei fatti fin qui enunciati, l'AlzChem auspica che siano individuati i fornitori originari dei prodotti illegali. Allo stesso tempo, la società ha avviato una capillare azione in-
    formativa indirizzata a imprenditori agricoli e a titolari di rivendite in modo da evitare che loro rimangano coinvolti in procedimenti penali qualora - consapevolmente o raggirati -
    dovessero far ricorso a prodotti contraffatti o non autorizzati e come tali illegali.

     

    La AlzChem ringrazia i propri clienti della loro comprensione e rimane a disposizione per ogni ulteriore informazione rivolgendosi al seguente indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

     

    Fonte: Comunicato stampa  AlzChem Trostberg GmbH 

    Sfoglia l'anteprima

    News Agricoltura

    • Cambiamenti climatici, l'agricoltura si adegua ai nuovi scenari: "Per la pesca il 'modello fragola' per uscire dalla crisi"  ForlìTodayNegli ultimi tre anni l'Italia ha perso il 12% di esportazione di questo frutto e il prezzo è calato del 5%. Anche nei[…]

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura, export e valore produzione i punti deboli  Quotidiano di SiciliaPALERMO – Oltre il 10% delle imprese agricole attive nel 2018 è siciliano: sono, infatti, 79.570 le unità iscritte nel registro delle imprese, il 10,7% delle 741.349 ...

      Leggi l'articolo
    • Croazia: strategia di sviluppo per l'agricoltura  Freshplaza.itNell'ottobre dell'anno scorso, il Ministero dell'agricoltura ha stipulato con la Banca mondiale un contratto per la prestazione dei servizi di formulazione di una ...

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Genuino.Zero, l'e-commerce di ortofrutta e freschi alla conquista di Firenze  Fruitbook MagazineGenuino.Zero è una startup innovativa che offre un servizio di e-commerce di frutta e verdura e altri prodotti freschi a Firenze, nata con l'obiettivo di creare una ...

      Leggi l'articolo
    • Danni da eventi atmosferici, sì a misure eccezionali a sostegno di apicoltura e ortofrutta  gonewsFavorire il rilancio dei comparti agricoli colpiti dalle recenti avversità atmosferiche, in particolar modo quelli che producono pomodori e ciliegie e il s.

      Leggi l'articolo
    • I Nas sequestrano due tonnellate di ortofrutta  Italiafruit NewsI carabinieri del Nas di Catanzaro hanno effettuato un controllo coordinato con i colleghi dell'Arma Territoriale, personale dell'Ispettorato Centrale della Tutela ...

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca