Venerdì, 26 Aprile 2019 08:03

    Stagione difficile per le uve africane

    La stagione delle uve africane è stata difficile. Le merci provenienti da Namibia e Sudafrica sono giunte in Europa con un leggero ritardo a causa delle condizioni climatiche che hanno posticipato le operazioni di raccolta.

    In Namibia il freddo non ha fatto maturare le uve correttamente: nel periodo critico, le temperature erano di 20-25° invece dei 40-45° richiesti, limitando anche le dimensioni delle bacche. Erano pochissimi i calibri "extra large" provenienti da questo Paese.

    Quando le esportazioni hanno avuto inizio, i mercati del Vicino ed Estremo Oriente erano migliori rispetto a quelli europei.

    All'inizio dell'anno, le grandi quantità di uva provenienti dal Brasile e dal Perù hanno portato gli Stati Uniti ad imporre tariffe obbligatorie sulle importazioni da alcuni Paesi, e gran parte di queste merci sono state spedite in Europa. Questa situazione non ha permesso al Sudafrica di inviare le proprie uve negli USA.

    A complicare la situazione c’è stato il packaging: i contenitori da 8,2 kg sono risultato troppo grandi per i supermercati europei.

    La qualità delle produzioni sudafricane e namibiane era nel complesso da buona a molto buona, ma i prezzi sono stati peggiori del previsto.

     

    © uvadatavola.com

     

    Sfoglia l'anteprima

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca