Lunedì, 22 Luglio 2019 11:07

    Australia, uva: nuove varietà e tecniche di coltivazione avanzate trainano l'export

    Mentre la stagione di esportazione delle uve australiane si appresta a terminare, si stima che siano già stati spediti volumi pari a mezzo miliardo di dollari australiani.

    Un record per le produzioni di frutta del Paese. In media, l'Australia esporta circa 110 000 tonnellate di uva da tavola ogni anno, il 37% di esse sono dirette in Cina.

    "Come di consueto i primi stacchi di uva da tavola australiana sono cominciati a gennaio per terminare a fine di giugno. Grazie alle buone condizioni climatiche di quest'anno, la qualità complessiva è stata buona", ha dichiarato George Liu, CEO di Frutacloud, una società che vende frutta online e che ha sede in Cina.

    L'aumento della produzione? Merito dell'introduzione di nuove varietà di uva e dell'adozione di nuove tecniche di produzione avanzate

    Jeff Scott, CEO della Australian Table Grape Association, ha dichiarato che queste cifre elevate sono il merito di un aumento della produzione, nonché dell'introduzione di nuove varietà di uva, associate a tecniche di produzione avanzate implementate dai coltivatori il tutto ha portato a migliore la qualità della frutta.

    "Abbiamo impiantato alcune nuove varietà tre o quattro anni fa, alcune di esse quest'anno sono entrate in produzione, ma non la maggior parte. Le nostre varietà di base, come Crimson e Thompson, sono quelle maggiormante esportate perché ricercate ".

    Il principale mercato di esportazione per l'uva australiana è l'Asia, quest'anno le esportazioni sono aumentate in alcuni Paesi tra cui Cina (36%), Indonesia (38%), Giappone (22%), Vietnam (69%), Taiwan (36%), e Corea del Sud (317%).

    Secondo Scott, le uve australiane erano diventate estremamente popolari nei mercati asiatici perché i consumatori nutrivano fiducia nell'offerta costante e apprezzavano il sapore delle bacche. Sebbene le uve australiane fossero generalmente più costose delle uve di altri paesi, i consumatori asiatici erano disposti a pagare prezzi più alti per una qualità superiore.

    I consumatori cinesi tendevano a preferire le varietà rosse, mentre i consumatori in Giappone e Corea del Sud preferivano la varietà Thompson, secondo l'Australian Table Grape Association.

    Jeff Scott conclude: "Nell'imminente futuro daremo priorità ad aprire nuove trattative con i Paesi asiatici per modificare le condizioni del protocollo di importazione. Ci piacerebbe avere l'opportunità di effettuare il trasporto ereo da gennaio, così da poter spedire le primizie nel corso del festival in Asia".

     

    Autore: La Redazione

    ©uvadatavola.com

    Sfoglia l'anteprima

    News Agricoltura

    • Palermo – M5s:"Un'agricoltura diversa è possibile", all'Ars si presenta DDL  dedalomultimedia.it

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura: in Ue aumentano le Organizzazioni Produttori - Agri UE  Agenzia ANSA

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura, Lgh getta un ponte tra l'agroindustria e le nuove tecnologie - DIRE.it  Dire

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • VELARDO (ITALIA ORTOFRUTTA): "GRAZIE ALLE UNIONI NELL'OCM BATTIAMO LA SPAGNA  Corriere OrtofrutticoloSpagna batte Italia 4 a 1. Nel 2019 cresce il divario nell'export di ortofrutta  Fruitbook MagazineArriva a Madrid l'ortofrutta dell'Italian Fruit Village  Italiafruit NewsDa una Fruit Attraction in gran spolvero appello alla[…]

      Leggi l'articolo
    • RADICCHI, AL VIA LA CAMPAGNA DI PROMOZIONE DI ORTOFRUTTA ITALIA  Corriere Ortofrutticolo

      Leggi l'articolo
    • La dieta antinfiammatoria e il ruolo dell'ortofrutta  Italiafruit News

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca