Martedì, 17 Settembre 2019 09:08

    Come gestire l'acqua in vigneto per ottenere uva di qualità

    Da qualche tempo anche in Italia servizi di consulenza agronomica specializzati nella sola nutrizione vegetale iniziano a farsi strada e sempre più produttori stanno basando su dati e numeri le proprie decisioni in materia di nutrizione vegetale.

    Le crescenti esigenze del mercato e dei consumatori, così come la forte concorrenza e l'aumento della superficie produttiva, costringono i produttori a lavorare senza sosta per differenziarsi e per ottenere un prodotto di qualità, che soddisfi le caratteristiche di aspetto e gusto e capace di resistere a lunghi viaggi verso il mercato di destinazione finale. Nell’ambito di questa sfida l'irrigazione e la nutrizione svolgono un ruolo chiave, per il quale è essenziale disporre di un'adeguata strumentazione di diagnosi nutrizionale che consenta una gestione ottimale nei momenti critici del raccolto.

    In Italia, come in molti altri Paesi del mondo, sono oggi disponibili servizi di consulenza agronomica che concentrano la propria attenzione sulla gestione della nutrizione delle colture.

    Il servizio di monitoraggio nutrizionale integra il monitoraggio durante la stagione del sistema Suolo-Pianta-Acqua nelle diverse fasi fenologiche della coltura.

    Tali servizi si basano sulla periodica analisi dell'acqua di irrigazione, della soluzione fertilizzante, della soluzione circolante del suolo, della dinamica fogliare e del frutto, nonché sull'assistenza tecnica degli agronomi specializzati in nutrizione vegetale. In questo modo il produttore ha informazioni tempestive e semplici, con diagnosi chiare e precise, insieme a raccomandazioni pratiche e adattate alla realtà aziendale.

    Acqua di irrigazione
    È la base della fertirrigazione. La conoscenza della sua qualità di partenza e della sua composizione dettagliata indica come dovremmo arricchire l’acqua e con quali sali minerali per soddisfare i fabbisogni nutrizionali della pianta. Una corretta applicazione dei fertilizzanti è strettamente correlata alla qualità dell'acqua. Questa analisi permette di identificare i possibili fattori limitanti che potrebbero interferire con la resa della coltura e che sono necessari per conoscere la strategia di irrigazione e fertirrigazione da eseguire.

    Sistema Suolo – Soluzione circolante
    Il suolo è un sistema composto da tre fasi di grande importanza:

    • fase solida,
    • fase gassosa e
    • fase liquida.

    Nella fase solida interagiscono la sostanza organica e le particelle del suolo, che determinano la struttura e la potenziale fertilità di un terreno.

    Lo spazio poroso dà origine alla fase gassosa, in cui avviene lo scambio tra CO2 prodotta dalle radici e O2 proveniente dall'atmosfera. Di fronte a un evento irriguo la porosità inizia a saturare con l’acqua la cosidetta fase liquida, che mantiene i nutrienti in soluzione.

    La soluzione del suolo costituisce il mezzo di trasporto delle forme inorganiche o ioniche dei nutrienti e deve rispondere alle esigenze specifiche di una coltura e della sua fenologia. Le radici respirano continuamente e rilasciano quantità significative di CO2, che a contatto con l'acqua del suolo si trasforma in acido carbonico, che si dissocia rapidamente in idrogeno e bicarbonato.

    Gli ioni H+ diffondono verso le particelle del terreno e spostano facilmente altri cationi legati alle posizioni di scambio, come il potassio e il sodio (rispettivamente K+ e Na+). In questo modo, i cationi inizialmente adsorbiti nel terreno, vengono scambiati con H+ e passano alla soluzione del suolo, dove possono essere assorbiti dalle radici. Si genera quindi un fenomeno di scambio ionico tra il terreno e la coltura. Le applicazioni esogene di fertilizzanti al suolo alterano le proprietà della soluzione circolante e dei nutrienti che sono resi disponibili per l'assorbimento.

    Tuttavia, una frazione delle sostanze nutritive applicate può passare direttamente al complesso di scambio di particelle del suolo, mentre un'altra può lisciviare in profondità. In entrambi gli scenari l'efficienza delle concimazioni è ridotta. Tra i fattori che regolano l'assorbimento di ioni ci sono:

    1. aerazione del terreno,
    2. temperatura,
    3. pH della soluzione del suolo,
    4. sinergismo/antagonismo,
    5. conducibilità elettrica.

    All’aumentare della concentrazione di uno ione specifico nella soluzione circolante, aumenta anche la probabilità di un suo assorbimento, che è particolarmente rilevante per quegli ioni il cui meccanismo di assorbimento è la diffusione. Tuttavia, l'assorbimento è compromesso quando la quantità totale di sali disciolti supera una soglia determinata dalla coltura (potenziale osmotico o conducibilità elettrica della soluzione circolante).

    Infine, gli ioni disciolti nella soluzione del suolo entrano nelle radici delle piante attraverso due processi di assorbimento, riferendosi al dispendio energetico: assorbimento passivo o attivo. Nell'ambito dell'assorbimento passivo (senza dispendio energetico) si distingue il flusso di massa, mentre il trasporto attivo avviene contro gradiente di concentrazione e richiede un dispendio energetico attraverso trasportatori specifici o "carriers".

    La mancanza di informazioni e strumenti che consentano un'adeguata diagnosi dello stato nutrizionale della pianta in campo per lo sviluppo di programmi di fertilizzazione, porta nella maggior parte dei casi all'utilizzo di piani stabiliti dalla "letteratura", consigliati dai vicini o per tentativi ed errori commessi per anni. Tutte pratiche che non considerano le condizioni di un frutteto o vigneto. L'altissima variabilità che si può trovare all'interno di un singolo impianto rende un piano di gestione molto diverso a seconda del tipo di suolo, varietà, condizioni climatiche, gestione agronomica e anche durante la stagione.

    Il tutto si traduce in una fertilizzazione inefficiente e una progressiva diminuzione in prestazioni e qualità, nonché un impatto costante sulle caratteristiche del suolo.L'analisi del suolo e delle foglie aiuta a sviluppare o correggere i piani di fertilizzazione, ma nella maggior parte dei casi non consente di avere una valutazione e un monitoraggio degli stessi. Non è possibile con una sola analisi stagionale sapere cosa succede con i nutrienti una volta forniti attraverso l'irrigazione in ogni fase fenologica, quanto viene assorbito dalle radici e quanto viene perso per inefficienza.

    Questa analisi non indica come fertilizzare e in che momento, né è in grado di dare informazioni in tempo reale riguardo eccessi o carenze. In effetti, molte volte non si ha nemmeno a disposizione il personale giusto per eseguire un'interpretazione corretta, il che rende più improbabile raggiungere i nostri scopi e obiettivi produttivi.

    Le analisi diagnostiche monitorano la dinamica dei nutrienti nella soluzione circolante del suolo durante eventi fenologici di grande rilevanza. Per questo scopo possono essere utilizzate sonde di aspirazione lisimetriche, che ci permettono di ottenere la soluzione circolante contenuta nel profilo di suolo. Con i campioni ottenuti dalle sonde, viene eseguito un processo analitico in laboratorio, che consente di ottenere informazioni sulla disponibilità di diversi ioni per la pianta.

     L'ARTICOLO INTEGRALE È DISPONIBILE SU

    UVA DA TAVOLA MAGAZINE,

    ABBONATI

    A cura di Gonzalo Allendes Lagos Ing. Agr. PUCV - Director Técnico Corporativo AGQ Labs

    Sfoglia l'anteprima

    CorsoIrrigazione

    News Agricoltura

    • Agricoltura, Berardini (M5S): ecco tutte le agevolazioni per il 2020  ekuonews.it

      Leggi l'articolo
    • Dal programma Bei-Iccrea 200 milioni per le Pmi, 25% all'agricoltura - Territori e Bandi  Agenzia ANSA

      Leggi l'articolo
    • L'incontro: l'allarme dell'agricoltura dopo le ultime alluvioni  Il Piccolo

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Ortofrutta bio fertilizzata con matrici da riciclo  Agronotizie

      Leggi l'articolo
    • Blockchain e ortofrutta, binomio possibile  Freshplaza.it

      Leggi l'articolo
    • Rifila soldi falsi a ortofrutta e farmacia, denunciato  ReggioSera.it

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca