Lunedì, 21 Ottobre 2019 08:36

    Viticoltori spagnoli in Italia per imparare a proteggere le produzioni

    Jorge Gòmez Montiel, di Frutas Esther, produttore ed esportatore di uva da tavola è in visita in Italia ed è passato in redazione per un saluto. Ne abbiamo approfittato per una breve intervista.

    Frutas Esther è un'azienda spagnola che si occupa della produzione e della commercializzazione di frutta fresca, ed in particolare di drupacee (come pesche, nettarine, prugne, albicocche), uva da tavola e piccoli frutti (fragole, lamponi e mirtilli). Il quartier generale dell'azienda si trova nella città di Abarán, nella provincia spagnola di Murcia, ma ci sono anche altre 3 filiali, ubicate tutte in Spagna.

    A Murcia i produttori cercano nuovi modi per proteggere i vigneti ad uva da tavola dalla pioggia.

    "Complessivamente gestiamo circa 1200 ettari -Spiega Jorge Gòmez Montiel-. I nostri mercati di esportazione più importanti sono il Regno Unito, la Germania, la Repubblica Ceca, i Paesi Bassi, il Belgio, la Danimarca, la Svezia, la Finlandia, l'Italia, il Sudafrica e la Svizzera".

    Nelle scorse settimane abbiamo avuto notizie a proposito di temporali che hanno pesantemente colpito la regione spagnola di Murcia.
    "La mia azienda sorge nel Sud della Spagna, dove solitamente godiamo di un clima caldo e secco. Quest'anno però tra la fine di agosto e l'inizio di settembre abbiamo registrato molta pioggia. Sono caduti più di 200 millimetri di pioggia in 3/4 giorni.

    La pioggia ha comportato danni per la vostra azienda?
    "A causa delle precipitazioni e della botrite, che ha conseguentemente attaccato le nostre produzioni, abbiamo perso il 25% circa dei volumi di uva da tavola. Ovviamente i problemi sono sorti a seconda della suscettibilità delle diverse varietà al patogeno; la Crimson è risultata molto sensibile, mentre l'Autumn Royal molto meno".

    Quali varietà coltivate in azienda?
    "Produciamo le varietà di tutti i breeder internazionali più famosi, in più produciamo le varietà ITUM, realtà spagnola formata da diverse aziende produttrici locali e che permette la coltivazione delle sue uve oltre che in Spagna, solo nell'emisfero Sud. ITUM (Sociedad murciana de Investigación y Tecnología de Uva de Mesa) è composta, per la precisione, da da 24 società nella regione di Murcia;questo vuol dire che nel progetto di miglioramento genetico sono incluse quasi il 90% dei produttori dell'area di Murcia, le principali società esportatrici e cooperative".

    Come mai siete in Puglia?
    "Tutte le nostre uve sono protette da teli di plastica o rafia, ma le coperture consuete non sono state sufficienti a proteggere le produzioni dalla pioggia delle settimane scorse. Per questo siamo in Italia, per implementare metodi alternativi per coprire i vigneti ad uva da tavola. Le vostre coperture sono particolari, utilizzate teli in plastica diversi dai nostri, e avete anche una sistema di conduzione differente".


    Autore: Teresa Manuzzi
    ©uvadatavola.com

    Sfoglia l'anteprima

    News Agricoltura

    • 'Agricoltura dovrà cambiare se vorrà sfamare 10 mld persone' - Dalla Cina  Agenzia ANSA

      Leggi l'articolo
    • “Bandiera Verde Agricoltura” premia Marco Bozzolo  IdeaWebTv

      Leggi l'articolo
    • Svolta per l’agricoltura sostenibile: ecco il primo trattore a metano  Virgilio Motori

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca