fbpx

    Categorie

    Venerdì, 12 Febbraio 2021 13:18

    Assumere uva da tavola preserva la pelle dai raggi UV

    Ricercatori californiani hanno riscontrato una connessione tra il consumo di uva ed una pelle più protetta dai raggi ultravioletti (UV).

    Complessivamente raggi UV si differenziano per la loro per lunghezza d'onda e si suddividono in raggi U.V.A (pari al 95 % dei raggi UV) e UVB (pari al 5% dei raggi UV).

     

    Certo, l'assonanza tra il nome del frutto "uva" e l'acronimo dei raggi U.V. A può far immaginare a delle "affinità elettive" tra le due cose, ma nulla di più. Eppure un recente studio, condotto sull'uomo - e pubblicato sul Journal of the Academy of Dermatology - ha dimostrato che il consumo di uva da tavola protegge la pelle dai danni provocati dai raggi ultravioletti.

    Dalla sperimentazione è emerso che i soggetti che hanno consumato una certa quantità di uva per 14 giorni hanno poi mostrato di avere la pelle più protetta dagli aggressivi raggi Ultra Violetti.


    Le persone coinvolte nello studio hanno, infatti, mostrato una maggiore resistenza alle scottature solari e una riduzione dei marker di danno UV a livello cellulare. Gli studiosi hanno quindi dedotto che i componenti naturali presenti nelle bacche di uva da tavola, i famigerati polifenoli, sono alla base di questi effetti benefici. 


    Lo studio è stato condotto presso l'Università dell'Alabama, Birmingham, sotto la guida del medico dermatologo Craig Elmets. Gli studiosi hanno osservato l'impatto del consumo di "polvere d'uva intera" - equivalente ad un po' più di 2 tazze di uva al giorno - per 14 giorni di seguito misurando il fotodanneggiamento da parte dei raggi UV. La risposta della pelle dei soggetti ai raggi UV è stata misurata prima e dopo aver consumato il frutto in questione per due settimane, determinando così la dose-soglia di radiazione UV, che ha indotto un arrossamento visibile dopo 24 ore - la dose minima di eritema (MED).

    Si è visto come il consumo di uva ha favorito la protezione della pelle; infatti nei soggetti che hanno consumato l'uva da tavola è stata necessaria una maggiore esposizione ai raggi UV per provocare scottature, con un aumento medio del MED del 74,8% .
    L'analisi delle biopsie cutanee ha poi mostrato che la "dieta dell'uva" era associata a una diminuzione del danno al DNA, a un minor numero di cellule epiteliari mort e a una riduzione dei marcatori infiammatori che, se non selezionati, possono aiutare a compromettere la funzione della pelle e possono potenzialmente portare all'insorgenza del cancro della pelle.

    Si stima che 1 americano su 5 svilupperà il cancro della pelle all'età di 70 anni. La maggior parte dei casi di cancro della pelle sono associati all'esposizione ai raggi solari UV. Inoltre, circa il 90% dell'invecchiamento della pelle è causato dal sole.

    Il dermatologo Craig Elmets, a capo del progetto, ha commentato: "Abbiamo riscontrato un effetto fotoprotettivo significativo legato al consumo di uva e siamo stati in grado di identificare i percorsi molecolari attraverso i quali si verifica tale beneficio - attraverso la riparazione del danno al DNA e la sotto-regolazione delle vie pro-infiammatorie. L'uva agisce come se fosse una crema solare commestibile, offrendo una protezione ulteriore rispetto ai prodotti che si applicano in modalità tipica".

     

    Non ci resta che aspettare l'estate per sdraiarci al sole senza paura, badando bene a portare con noi una bella ciotola colma di acini di uva e crema solare. 

     

    Autore: Teresa Manuzzi
    Copyright: uvadatavola.com


     

    Sfoglia la rivista

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca