fbpx

    Categorie

    Venerdì, 21 Maggio 2021 09:39

    Agricoltura, Sostegni Bis: bonus per stagionali, indennizzi per le gelate e altro ancora

    Approvate in Consiglio dei Ministri le misure proposte dal Ministro dell'Agricoltura, Stefano Patuanelli, e inserite nel Dl Sostegni Bis in materia di agricoltura.

    Sostegni Bis: indennizzi a fondo perduto per le aziende agroalimentari, bonus per i lavoratori stagionali, stanziamenti per sostenere gli strumenti di gestione del rischio e indennizzi per le gelate.

    All'interno del decreto Sostegni bis riconosce un bonus una tantum di 800 euro agli operai agricoli in possesso di determinati requisiti in parte riferiti al 2020.

    Il  cosiddetto "bonus agricoli" è contemplato all'interno del decreto "Sostegni bis". Una manovra da 40 miliardi composta da un testo di 77 articoli che contemplano aiuti alle imprese e alle famiglie. Le misure rivolte al mondo agricolo sono state annunciate nelle scorse settimane e sono il frutto di trattative intercorse tra i sindacati e il ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli.

    In attesa del testo venga pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale diamo un'occhiata al "decreto Sostegni bis" clicca qui per approfondire altri punti previsti dalla bozza.

    Bonus 800 euro per gli operai agricoli 
    Il bonus agricoli, un’indennità per gli operai, arriva con il decreto Sostegni bis. Il decreto prevede (al momento abbiamo la bozza approdata in Consiglio dei Ministri) che agli operai agricoli a tempo determinato che, nel 2020, abbiano effettuato almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo il riconoscimento di un’indennità una tantum pari a 800 euro.

    Per ottenere il bonus agricoli gli operai alla data di presentazione della domanda:

    • non devono essere titolari di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità ai sensi dell’articolo 13, comma 4 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81;
    • non essere titolari di pensione.

    -
    Il "bonus agricoli" da 800 euro del decreto Sostegni bis:

    • non concorre alla formazione del reddito ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917;
    • è incompatibile con l’intervenuta riscossione, alla data di entrata in vigore della presente disposizione del reddito di cittadinanza e del reddito di emergenza del 2020 e del dl Sostegni di marzo.
    • Il bonus agricoli di 800 euro è erogato dall’INPS a domanda da presentare all’Istituto entro il 30 giugno 2021 secondo le modalità stabilite dallo stesso.

    Stefano Patuanelli - Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali - pubblica poi Facebook la lista di tutte le misure approvate.

    Con il Decreto Sostegni Bis sono stati destinati destinato circa 2 miliardi di euro per il rilancio del settore agricolo a cui si aggiungono misure di carattere amministrativo e di incentivi per giovani, donne e occupazione. Norme che l'intero comparto e le filiere attendevano da molto tempo e che, finalmente, sono arrivate a terra anche in materia di semplificazione.

    Ecco le principali misure:

    • Ulteriori risorse per indennizzi a fondo perduto destinati alle imprese del settore agroalimentare;
    • 448 milioni di euro per l’indennità una tantum agli operai agricoli;
    • 105 milioni di euro per l’incremento del Fondo di solidarietà nazionale per ristorare i danni a produzioni, strutture e impianti produttivi delle aziende colpite dalle gelate e brinate dell’aprile 2021;
    • 80 milioni di euro per Ismea al fine di rafforzare lo strumento delle garanzie a favore degli imprenditori agricoli e della pesca;
    • 72,5 milioni di euro per l’esonero dei contributi previdenziali e assistenziali dei datori di lavoro e lavoratori autonomi delle aziende agricole appartenenti ai settori agrituristico e vitivinicolo, comprese le aziende produttrici di vino e birra;
    • 25 milioni di euro per l’istituzione di un 'Fondo per il sostegno del settore bieticolo saccarifero';
    • 27,5 milioni di euro per il sostegno alla zootecnia mediante l’incremento al 9,5% delle percentuali di compensazione IVA;
    • 4 milioni di euro circa per l'indennità una tantum di 950 euro a favore dei pescatori autonomi, compresi i soci di cooperative;
    • risorse per il sostegno all’occupazione nel settore agrituristico mediante la possibilità di considerare tra i lavoratori agricoli anche il personale dipendente dell’attività agrituristica. Oltre ad estendere alle donne, indipendentemente dall’età, le misure agevolative già previste per l’avviamento di nuove imprese agricole per i giovani under 40, a semplificare l’accesso al Fondo per la qualità e la competitività del settore agrumicolo e ad intervenire sul costo della garanzia Ismea, siamo intervenuti con altre disposizioni:
    • per ampliare l’accesso al credito per investimenti immobiliari in favore delle imprese agricole, della pesca e silvicoltura mediante la cumulabilità della garanzia del Fondo Centrale di garanzia con altre garanzie;
    • per la semplificazione in materia di accesso all’anticipazione PAC fino al 70% e permettendo di compensare i relativi interessi con una sovvenzione diretta concessa ai sensi del 'Temporary framework'.
      Semplificazione, innovazione e giovani sono le parole chiave per dare una svolta epocale al principale settore produttivo del Paese.

    Autore: La Redazione 

    Sfoglia la rivista

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca