Embargo russo: aiuti Ue ortofrutta, 1000 tonnellate per l’Italia

da Redazione uvadatavola.com

I produttori italiani di frutta e verdura potranno usufruire del sostegno Ue per il ritiro dal mercato di oltre 1000 tonnellate di prodotto, come effetto della redistribuzione dei quantitativi ammessi all’aiuto straordinario deciso nell’estate 2016 per attenuare l’impatto sui produttori del blocco russo alle importazioni.

Lo scorso autunno, Germania, Danimarca, Lussemburgo, Slovacchia, Slovenia, Austria e Regno Unito avevano notificato alla Commissione di non aver bisogno degli aiuti decisi e l’Esecutivo ha re-distribuito i volumi assegnandoli ai principali paesi produttori e a quelli più esposti alle conseguenze negative del blocco russo delle importazioni.

La Polonia è la principale beneficiaria della nuova misura, con oltre 7mila tonnellate, seguita da Spagna (3.105), Belgio (2.385), Grecia (1.150) e Italia (1.080 tonnellate).

Il commissario europeo all’agricoltura Phil Hogan ha anche promesso di “proporre di prolungare le misure straordinarie oltre la scadenza prevista del 1 luglio 2017” su alcune qualità di frutta.

“Confidiamo che Hogan mantenga l’impegno”, ha detto il Coordinatore del settore ortofrutticolo dell’Alleanza delle Cooperative agroalimentari Davide Vernocchi aggiungendo: “A preoccupare è molta della produzione estiva, che si fa fatica ad esportare in paesi lontani per difficoltà legate alla logistica e ai trasporti”.

 

Fonte: Ansa

Articoli Correlati