Giovedì, 17 Gennaio 2019 08:38

    L’O.P. Secondulfo vince battaglia legale contro breeder californiano

    L’Organizzazione di Produttori “Secondulfo” ha avuto la meglio in un procedimento cautelare, proposto dalla società californiana Sun World International LLC, davanti al Tribunale di Roma a tutela dei propri diritti di privativa sulla varietà di uva seedless “Sugraone”.


    La notizia, pubblicata dal sito corriereortofrutticolo.it, riporta che l’OP Secondulfo, assistita dall’Avv. Vincenzo Acquafredda della Trevisan & Cuonzo, ha contestato l’attendibilità dell’analisi genetica posta a fondamento della richiesta cautelare di Sun World, sostenendo la mancanza di identità genetica tra il campione di uva analizzata rispetto alla varietà protetta “Sugraone” di Sun World.
    La OP Secondulfo ha anche chiesto ed ottenuto dal Tribunale che l’analisi genetica e morfologica fosse eseguita soltanto sulle piante appartenenti al lotto di produzione riportato sulle confezioni di uva contestata.
    Il Tribunale ha integralmente rigettato le richieste cautelari di Sun World sulla base della CTU che ha escluso la contraffazione sia sotto il profilo morfologico che genetico.
    Per l’Avv. Vincenzo Acquafredda il provvedimento chiarisce alcuni aspetti significativi in materia di prova nelle cause sulle privative varietali.

    I contenziosi sulle varietà di uva soggette a privativa vegetale sono in continua crescita e mettono in luce l’importanza sempre maggiore della proprietà intellettuale in agricoltura, nonché la necessità da parte dei produttori italiani di investire risorse per dotarsi di portafogli adeguati di varietà vegetali locali, per evitare il dominio delle realtà estere più strutturate.

     

    Fonte: corriereortofrutticolo.it

    Sfoglia le riviste

    News Agricoltura

    • Agricoltura, la stretta sui prezzi mette in affanno i produttori  Il TirrenoNel settore le difficoltà investono soprattutto le imprese a conduzione familiare Pasquini (Cia): «Servono delle misure in grado di cambiare lo stato delle cose»

      Leggi l'articolo
    • Pecci (Lega): riportare l’agricoltura al centro  News RiminiNoi immaginiamo una agricoltura dove la robotica abbia un ruolo primario e porti ad un mutamento della qualità del lavoro.

      Leggi l'articolo
    • «La macina e il grano», a Petacciato si parla di agricoltura biologica Le foto  Termoli OnlinePETACCIATO. Negli ultimi anni è cresciuta, progressivamente, l'attenzione dei consumatori nei confronti dei prodotti alimentari biologici non elaborati e ...

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Francia: Carrefour offre ortofrutta biologica di stagione  Freshplaza.itCarrefour è sempre impegnato nel fornire ai propri clienti le migliori frutta e verdura. Ma, ancora meglio, se i prodotti sono biologici e stagionali. Da settembre ...

      Leggi l'articolo
    • Tir carico di ortofrutta avvolto dalle fiamme, paura sulla provinciale  LeccePrimaTir carico di ortofrutta prende fuoco sulla provinciale. Era diretto ai supermercati MD  CasertaCEFiamme avvolgono tir carico di ortofrutta, paura sulla provinciale  LecceSetteMonteroni: incendio avvolge tir carico di ortofrutta  TeleRama NewsVisualizza copertura completa su[…]

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta, Penny Market rilancia il marchio «Natura è»  Italiafruit NewsPenny Market rilancia il marchio “Natura è”, per offrire prodotti ortofrutticoli di qualità con le più ampie garanzie di controllo e nel rispetto dell'ambiente.

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca