Mercoledì, 20 Febbraio 2019 18:42

    Nanotecnologie per il controllo della tignoletta della vite

    Un team di ricercatori cileni ha sviluppato biopolimeri microscopici dotati di feromoni in grado di disorientare la Lobesia botrana, uno dei fitofagi più pericolosi per la viticoltura.

    Secondo i ricercatori del “Centro de Nanotecnología Aplicada de la Universidad Mayor”, guidati dal dottor Fabián Avila, si tratta di strutture più piccole di un batterio, a base di prodotti biodegradabili derivati ​​da gusci di crostacei e alghe, in grado di immagazzinare i feromoni che disorientano gli individui della tignoletta durante l’accoppiamento.Il progetto mira a sviluppare tecnologie rispettose dell'ambiente, per ridurre l'uso di prodotti di sintesi.

    “È una modalità di controllo naturale, perché non vengono impiegate sostanze chimiche ", ha dichiarato il dott. Avila, che tuttavia ha aggiunto che il principale problema da risolvere è la breve vita del congegno. A suo parere, questo costringerà ad installare più distributori, con costi più elevati. Per questo sarà necessario produrre dispositivi con concentrazioni più elevate di feromoni.

    I polimeri non sono altro che l'unione di centinaia di migliaia di piccole molecole, che vanno a costituire strutture di forme diverse (dalle scale alle reti tridimensionali) e possono essere naturali o sintetici. "Vogliamo formare una struttura in grado di contenere una quantità maggiore di feromone sessuale, in modo che le sue concentrazioni vengano emesse nell'ambiente costantemente e per un tempo più lungo", ha spiegato Ávila.

    "Sono polimeri naturali, ma modificati in laboratorio e modellati per comodità. Gestiamo la struttura a livello atomico per creare piattaforme molto più uniformi, definendo la modalità e la quantità di feromone da immagazzinare", ha continuato.

    Secondo i ricercatori, questa tecnologia, che viene degradata senza inquinare il suolo, potrebbe essere utilizzata per affrontare altri problemi per l’agricoltura, come la siccità.

    Nelle microscopiche cavità uniformi, infatti, i polimeri sarebbero in grado di catturare elementi nutritivi e acqua, rendendoli disponibili per le piante coltivate nelle aree siccitose. E questo, senza l'uso di sostanze chimiche, dannose per l'ambiente e la popolazione.

     

    Traduzione e adattamento dei testi a cura di uvadatavola.com. Tutti i diritti riservati

    Sfoglia l'anteprima

    News Agricoltura

    • Italia ancora indietro nell'innovazione in agricoltura  Il Sole 24 OREIn Europa, nell'innovazione agricola, la leadership è dei Paesi Bassi, seguiti da Belgio, Germania e Danimarca. Mentre l'Italia si colloca soltanto a metà ...

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura, Fedragri Confcooperative Toscana: "Intesa con Centinaio sulla difesa del Made in Italy"  gonewsAbbiamo trovato ascolto e attenzione” così Ritano Baragli, vicepresidente di Fedagri Confcooperative Toscana e presidente della Cantina Sociale Colli Fior.

      Leggi l'articolo
    • Agricoltura sostenibile: “Italia lontana dall’efficienza”  Meteo WebSi è concluso con un appello al Governo perché la "ricerca scientifica italiana sulle biotecnologie verdi possa esser sperimentata in campo aperto"

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Lidl fa gol con l'ortofrutta italiana  Italiafruit NewsLa catena diventa fornitore ufficiale di frutta e verdura della Nazionale.

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta, un 2018 negativo per l'export made in Italy  AgronotizieI dati di Fruitimprese parlano chiaro: crolla la frutta fresca con un calo di 400mila tonnellate nelle quantità commercializzate. Unica nota positiva gli agrumi, ...

      Leggi l'articolo
    • Italia terra di agrumi, festival dell'ortofrutta made in Italy  Romanotizie“Conosci tu il paese dove fioriscono i limoni?”, cantava Goethe in un empito d'entusiasmo mettendo piede su suolo italico. I limoni (“le trombe d'oro della ...

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca