Giovedì, 12 Luglio 2018 08:47

    Identificata la mutazione genetica che provoca l'apirenia

    I ricercatori dell'Istituto spagnolo di scienze della vite e del vino (ICVV) hanno identificato la mutazione genetica che da origine all'uva da tavola senza semi.

    Dopo un decennio di lavoro su questo progetto, il gruppo di genetica e genomica della vite ICVV è riuscito a pubblicare uno studio sulla rivista scientifica americana "Plant Fisiology", nei prossimi giorni i risultati della ricerca saranno presentati durante una conferenza internazionale a Bordeaux (Francia).

    Il team dell'ICVV - un'ente di ricerca in rete con il governo di La Rioja, l'Università di La Rioja e il CSIC - è stato coordinato dai ricercatori José Miguel Martínez Zapater e Pablo Carbonell Bejerano.

    "Il fatto che un frutto manchi di semi, quando normalmente li ha, è chiamato "apirenia" ed è qualcosa che l'industria alimentare usa sempre più spesso per offrire ai consumatori prodotti senza semi, come anguria, uva ecc... - Ha spiegato Martínez Zapater - Nel caso dell'uva il fenomeno dei semi non sviluppati è documentato già durante gli scorsi secoli, l'esempio principale è la varietà di uva turca chiamata "Sultanina". Partendo da quella varietà ne sono state create altre senza semi attraverso programmi di miglioramento genetico".

    Tuttavia, questo processo è stato sempre effettuato senza mai conoscere la mutazione genetica che da vita all'apirenia. I ricercatori dell'ICVV hanno fatto ricorso a varietà di vite prodotte e conservate nell'Istituto di ricerca e sviluppo Murciano Agrario y Alimentario (IMIDA); e hanno usato anche materiali vegetali dell'Istituto Nazionale di Ricerche Agronomiche della Francia (INRA) di Montpellier.

    Con diverse varietà di uva da tavola, con e senza semi, hanno utilizzato tecniche genetiche e genomiche e sono infine riusciti ad "identificare la mutazione di un gene che modifica uno degli aminoacidi di una proteina dell'uva, necessario per il normale sviluppo del sacchetto che contiene il seme.

    Così, hanno sequenziato questo gene sia nella uve con seme che nelle seedless, ad esempio per la varietà "sultanina", e hanno notato che "ogni volta che la pianta presentava la mutazione i frutti non sviluppavano semi.

    Vale a dire, "siamo riusciti a sapere come succede qualcosa che è già accaduto. Abbiamo già prodotto uva senza semi, ma senza aver mai indagato sul meccanismo che scatena l'apirenia", ha sottolineato Martínez Zapater.

    Questo risultato rappresenta una grande conquista e renderà più efficaci i programmi di miglioramento genetico per le uve da tavola, perché sarà possibile sviluppare marcatori genetici per la selezione di apirenia per le  piante di vite in meno tempo rispetto al lavoro compiuto finora.

    Martínez Zapater ha spiegato che questo progetto "Non ha generato alcun brevetto perché si tratta di una ricerca di base. Le applicazioni della nostra scoperta per l'industria alimentare sono molte, penso agli agrumi sempre più richiesti senza semi o all'olio di palma che sarà più facilmente estraibile da un frutto senza seme.

     

    Traduzione e adattamento dei testi a cura di uvadatavola.com. Tutti i diritti riservati.

    Sfoglia l'anteprima

    News Agricoltura

    • Agricoltura, imprenditori smorzano toni di Musumeci. «Nuovi bandi? Corriamo rischio di non prendere soldi».  MeridioNews - Edizione CataniaL'associazione Unione allevatori Sicilia commenta con perplessità l'annuncio dei giorni scorsi da parte del governo regionale. Tra le carenze nel sistema ...

      Leggi l'articolo
    • Buona terra e buoni robot. L'agricoltura 4.0 sempre più presente, ma c'è ancora spazio  La Difesa del PopoloL'agricoltura 4.0 ha molti motivi positivi, come la maggior efficienza produttiva e qualitativa o la riduzione dei costi e dell'impatto ambientale. Buona terra e[…]

      Leggi l'articolo
    • In pubblicazione il nuovo bando del PSR a sostegno dell'Agricoltura Biologica  Strill.itIl Dipartimento Agricoltura e Risorse Agroalimentari della Regione Calabria rende noto che sul portale istituzionale dell'Autorità di Gestione www.calabriapsr.it, ...

      Leggi l'articolo

    News Ortofrutta

    • Blokchain per l'ortofrutta: dai mercati rionali alla Gdo  Italiafruit NewsProgetto per i banchi di Roma, Carrefour vuole tracciare il 20% dei prodotti nel 2019.

      Leggi l'articolo
    • "Il ruolo della marca in ortofrutta": a Macfrut workshop di SGMarketing  Fruitbook MagazineGiovedì 9 maggio a Macfrut workshop di SGmarketing su “Il valore della marca in ortofrutta per il consumatore finale. Vissuto, strategie e testimonianze"

      Leggi l'articolo
    • Ortofrutta, Roma adotta la blockchain per i mercati rionali - Terra & Gusto  Agenzia ANSAROMA - Arriva sui banchi rionali della Capitale la blockchain. Il progetto di tracciabilità, promosso dalla startup romana pOsti, dall'azienda speciale della ...

      Leggi l'articolo

    © Fruit Communication Srl.
    Tutti i diritti riservati.

    Powered by Nealogic

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca