Venerdì, 20 Gennaio 2017 12:28

    Gelo in Basilicata, si lavora per lo stato di calamità

    Si è riunito il Tavolo verde, convocato con urgenza dall'Assessore alle Politiche Agricole della Basilicata, Luca Braia, alla presenza dei rappresentanti di Confagricoltura, Cia, Coldiretti, Copagri, per avviare le procedure preliminari per chiedere al Governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale.

    “Le prime stime dei danni, sulla base di circa 80 segnalazioni pervenute in Dipartimento al momento, sono state oggetto dei lavori del tavolo verde convocato per affrontare il tema dei danni causati dalle recenti nevicate e gelate al comparto agricolo lucano e intraprendere le azioni necessarie attraverso tutti gli strumenti previsti dalla norma”, comunica l’assessore Luca Braia.

    “Il metapontino – prosegue - è sicuramente l’areale maggiormente colpito dalle temperature mantenutesi sotto lo zero per alcuni giorni. Le orticole sono compromesse, nei prossimi giorni si potrà verificare e determinare lo stato delle produzioni di agrumi, drupacee e fragole. E’ ora importante e determinante – sottolinea Braia - condividere le procedure e le istruttorie per la richiesta di calamità al Ministero con il supporto delle Organizzazioni di Categoria, che voglio ringraziare per il lavoro che stanno svolgendo a fianco delle aziende e sul territorio. E’ fondamentale avere una mappatura della situazione a livello regionale e sarà pertanto capillare l’azione di informazione agli agricoltori!.

    "Entro il 30 gennaio - prosegue Braia - le imprese agricole e zootecniche dovranno segnalare, tramite il modello reso disponibile sul portale regionale e corredando con foto, i danni ricevuti alle strutture ed alle produzioni. Gli uffici dipartimentali procederanno con i sopralluoghi, già in corso per le segnalazioni pervenute, che ci consentiranno di quantificare con maggiore precisione i danni economici, la superficie e le produzioni investite e, quindi, con delibera di Giunta inoltrare la richiesta di calamità nei tempi programmati. Successivamente al riconoscimento della calamità da parte del Ministero, potremo procedere con il bando per la richiesta dei contributi e attivare, inoltre, le misure previste dal Psr Basilicata 2014-2020 che riguardano gli investimenti per il ripristino di terreni agricoli, impianti arborei, macchinari e attrezzature che sono stati danneggiati dagli eventi calamitosi eccezionali".

    "Ho chiesto alle organizzazioni di categoria - conclude l’assessore Braia - di sostenere con i rispettivi livelli nazionali l’istanza che formulerò al Ministro Martina ed al Governo nazionale, sia direttamente che per il tramite della conferenza Stato-Regione, per poter adottare deroghe al decreto legislativo 102/2004 e, nello specifico, di modificare la percentuale di riconoscimento del danno e di avere la possibilità di ristoro di quelli arrecati alle produzioni e non solo alle strutture, data la portata di eccezionalità dell’evento che ha investito la Basilicata e le altre regioni colpite”.

     

    Fonte: confagricoltura.it

    © Fruit Communication Srl
    Tutti i diritti riservati

    Iscrizione al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n° 723/12 del 22/03/12

    Fruit Communication Srl | Sede legale Via Noicàttaro nc - Rutigliano (BA) | Partita IVA 07969090724

    Alcuni contenuti pubblicati possono essere rielaborati da feed rss forniti pubblicamente da altri siti. Alcune foto potrebbero essere prese dal web e ritenute di dominio pubblico. I proprietari contrari alla pubblicazione possono contattare la redazione scrivendo a info@uvadatavola.com e chiederne la rimozione.

    Cerca