Perù: un anno nero per l’uva da tavola

da Redazione uvadatavola.com

Il mercato europeo dell’uva da tavola si esaurirà prima del solito a causa della scarsità di prodotto di diversi Paesi produttori, nella stessa situazione si trova anche la California. Al momento Brasile, Perù e Grecia stanno immettendo prodotto sui mercati, ma possono contare su volumi più bassi del solito.

Il Perù in particolare si trova in un’ impasse, i volumi sono molto bassi, così come i calibri. Le uve peruviane tardive raggiungeranno il vicino mercato statunitense e asiatico, non saranno spedite in Europa, anche per evitare di sovrapporsi alla finestra sfruttata dall’uva sudafricana.

A provocare questa situazione sono state le condizioni meteorologiche. In seguito ad un lungo periodo di siccità la perturbazione El Niño, ha colpito duramente gli impianti peruviani con inondazioni. Le conseguenze più nefaste le hanno pagate le uve della varietà Red Globe, alcuni produttori non raccoglieranno affatto il prodotto. Per le seedless si ipotizza il 50% in meno della produzione.

Purtroppo quella del 2017 sarà ricordata dai produttori peruviani come un’annata nera anche perché molto spesso il prezzo di vendita non riuscirà a controbilanciare le perdite dei volumi di produzione.

 

Autore: La Redazione

Copyrigt: uvadatavola.com

Articoli Correlati