Uva da tavola: a rilento la Vittoria, domanda crescente per le apirene, al via la raccolta della Palieri

da Redazione uvadatavola.com

La scorsa settimana per l’uva da tavola si è conclusa con una flessione dei listini da ritenersi del tutto fisiologica per le aumentate disponibilità.

Sono proseguite regolarmente nel bacino produttivo pugliese e nell’arco ionico le operazioni di raccolta del prodotto con quantitativi in progressivo incremento.

Sotto il profilo commerciale ha trovato conferma il buon andamento degli scambi per le uve apirene oggetto di una domanda prevalentemente estera interessata.

Diversa la situazione per la Vittoria per la quale le vendite sono proseguite a ritmi lenti a fronte di una domanda che ha continuato a manifestare scarso interesse all’acquisto. In particolare, per la Vittoria l’esordio non è apparso particolarmente brillante. La merce a causa dell’anomalo andamento climatico non ha presentato un adeguato livello di qualità e maturazione, per cui immessa sui mercati è stata oggetto di una scarsa richiesta. In tale contesto i prezzi si sono posizionati su livelli inferiori a quelli di esordio della precedente campagna.

In settimana hanno avuto inizio anche i primi stacchi per la varietà Palieri. I limitati quantitativi avviati sul circuito commerciale sono stati oggetto di una discreta richiesta che ne ha permesso una fluida collocazione sulla base di quotazioni di esordio superiori a quelle registrate lo scorso anno.

Stabile il mercato per le uve catanesi sia sotto il profilo degli scambi che delle quotazioni.

 

Fonte: ismeamercati.it

Articoli Correlati