Biostimolanti Conference: video e slide della prima sessione

da Redazione uvadatavola.com

Oltre mille iscritti e 843 partecipanti alla prima sessione della Biostiolanti Conference 2021, coordinata dal giornalista Lorenzo Andreotti de “LInformatore Agrario”. Prima edizione, questa – e speriamo anche lultima -, della conference in versione digital.

 

GUARDA IL VIDEO DELLA PRIMA SESSIONE CLICCANDO QUI

In foto: Vittorio Filì – Presidente ARPTRA 


Dopo i saluti di rito da parte degli organizzatori – Fruit Communication e ARPTRA –  e la presentazione di tre libri sul tema (frutto di studi ai quali hanno partecipato professori di diverse università italiane) si è entrato nel vivo con lintervento di MARCO ROSSO, Global Corporate Affairs Director – Valagro SpA. Rosso ha tracciato un po il quadro dei biostimolanti. Un quadro che lascia intendere un futuro volto a una crescita a due cifre per i prossimi anni.

Secondo relatore istituzionale è stato LORENZO GALLO di Assofertilizzanti – Federchimica. Gallo ha spiegato in che modo lEuropa si stia muovendo per normare questa nuova categoria di prodotti. Ad ogni modo i biostimolanti, secondo Gallo, fanno parte di quelle nuove tecnologie fondamentali su cui poggerà il futuro dellagricoltura europea e italiana. Essi, infatti, sono utili alla mitigazione degli stress abiotici – spesso causati dai cambiamenti climatici – oltre che al miglioramento delle performances produttive. Inoltre i biostimolanti saranno una leva fondamentale, soprattutto nellottica del Green Deal europeo e della strategia From Farm to Fork. I biostimolanti saranno indispensabili per promuovere unagricoltura sempre più sostenibile.

Il professore GIUSEPPE COLLA del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali, Università degli Studi della Tuscia (Viterbo), ha tracciato le “Nuove tendenze della ricerca nel settore dei biostimolanti”. Il Professore ha affermato che lattività di ricerca in questo settore è in forte ascesa soprattutto in Italia (grazie ai crescenti investimenti soprattutto privati). In questo campo la ricerca necessita di conoscenze sempre più diversificate e di un approccio multidisciplinare. La comprensione dei fenomeni biologici alla base dellattività biostimolante e limplementazione dei processi produttivi favoriscono lo sviluppo di nuovi biostimolanti “funzionali”. Ovvero indicati per specifici target produttivi, qualitativi o di resistenza a specifici stress abiotici. Infine luso dellintelligenza artificiale consentirà, in futuro, di velocizzare lo sviluppo dei biostimolanti che diventeranno ancora più efficaci ed efficienti, ottimizzando gli effetti in campo.

Puoi scaricare le slide della prima sessione della Biostimolanti Conference cliccando sui nomi dei relatori.

 

Vi aspettiamo oggi, 25 febbraio 2020 per la seconda sessione!

Clicca qui per maggiori informazioni

 

In foto: la cabina di regia della Biostimolanti Conference. Gli organizzatori Fruit Communication e ARPTRA.

Ieri, ovviamente, non sono mancati gli interventi aziendali.

ALICE TODERI – HELLO NATURE – Chief Marketing Officer
“Italpollina diventa HELLO NATURE: verso un futuro di sostenibilità e innovazione”

GIUSEPPE DEPINTO – UPL – Field Sales Specialist Sud Italia
“UPL: biostimolanti e nutrizionali per soluzioni integrate”

VALERIO CONZA – FERTENIA – Direttore Marketing
“Il suolo rivive con i biostimolanti Fertenia”

DARIA ORFEO – P. AICHEM – Responsabile prodotti fertilizzanti
Relazione scritta con GIULIO GIOVANNETTI – APC AGRO – European Sales Manager
“Biostimolanti Pepton, risultati di efficacia su vite cv. Chardonnay e su patata cv. Heraclea”

FRANCESCO ACINAPURA – CIFO – Sales support Sud Italia
“I Biostimolanti per produrre anche in condizioni difficili”

Autore: Teresa Manuzzi 
Copyright: uvadatavola.com

 

Italpollina_diventa_Hello_Nature_verso_la_sostenibilit_in_agricolturapptx.pdf
FERTENIA-_Il_suolo_rivive_con_i_biostimolanti_FERTENIA-compresso.pdf

Articoli Correlati