Biolchim: strategie per una nutrizione vincente

Ecco le strategie Biolchim per incrementare il calibro degli acini, stimolare una colorazione uniforme dei grappoli e intensificare la dolcezza dei chicchi d’uva

da uvadatavoladmin

L’Azienda Agricola Colangelo di Trani, specializzata nella coltivazione di uva da tavola, ha ottenuto produzioni di prima qualità grazie alle soluzioni Biolchim.

Per distinguersi nel competitivo mercato dell’uva da mensa, è essenziale puntare a caratteristiche fisiche e organolettiche di alto livello. Le fasi di post-allegagione e di post-invaiatura rappresentano due momenti cruciali del ciclo colturale in cui è possibile intervenire allo scopo di esaltare il calibro, la consistenza, il colore e il sapore degli acini.

Le richieste dei consumatori

Il mercato dell’uva da tavola è tra i più competitivi del panorama agroindustriale. Caratterizzato da un’offerta sufficientemente ampia e variegata, i consumatori tendono spesso a orientare la propria scelta di acquisto verso i prodotti che si distinguono per il loro aspetto invitante, buone caratteristiche organolettiche e – preferibilmente – elevata conservabilità. La concorrenza è ulteriormente accentuata dalla presenza di numerosi produttori internazionali che offrono uve con buoni standard di qualità. In questo scenario, le produzioni di minor pregio risultano penalizzate, spuntando bassi prezzi di vendita.

I biostimolanti nella nutrizione dell’uva da tavola

Per evitare ripercussioni sulla consistenza e sulla qualità, numerose aziende agricole hanno abbandonato le strategie di nutrizione più obsolete, sostituendole con l’utilizzo dei biostimolanti. Questi prodotti accelerano i processi fisiologici naturalmente messi in atto dalle piante, migliorando i tratti fisici ed estetici della produzione, senza lasciare nel grappolo alcun residuo. Biolchim è tra le aziende più all’avanguardia nella formulazione di biostimolanti e specialità nutrizionali; potendo contare su una vasta esperienza e una attenta attività di ricerca, la società ha studiato due strategie specifiche per incrementare il calibro degli acini e stimolare una colorazione uniforme dei grappoli.

L’esperienza dell’Azienda Agricola Colangelo

Francesco Colangelo è un giovane imprenditore di Trani, titolare di un’azienda agricola specializzata nella coltivazione di uva da tavola precoce. Per raccogliere dai suoi vigneti un prodotto di alto pregio, dopo l’allegagione, Francesco ha scelto di impiegare KRISS®, FOLICIST® e NITROCAM® per incrementare il calibro degli acini e, dopo l’invaiatura, RIZAMMINA® 42 e SUNRED® allo scopo di migliorare il colore dei grappoli e intensificare la dolcezza dei chicchi d’uva. Con l’utilizzo dei prodotti Biolchim, Francesco ha raccolto grappoli ben strutturati, i cui acini si presentavano grandi, dolci, croccanti e uniformi sia per calibro che per colorazione. L’alta uniformità gli ha consentito inoltre di anticipare la raccolta, riducendo i costi di manodopera. Guarda la video intervista qui: https://www.youtube.com/watch?v=EJNMS57NEAo&t=68s

Grappoli in pre-raccolta_risultati ingrossamento

Grappoli in pre-raccolta_uvarossa

Momento per intervenire sull’ingrossamento acino

Sviluppo acino: crescita e colore con i biopromotori Biolchim

Ingrossamento. Dopo l’allegagione, all’interno dell’acino si verifica una intensa attività cellulare, con richiamo di metaboliti, fitormoni e calcio (elemento essenziale per la consistenza dei tessuti). KRISS®, FOLICIST® e NITROCAM®, applicati quando l’acino ha 3–4 mm di diametro, apportano sostanze nutritive specifiche, contrastano gli stress ambientali e fisiologici e forniscono il calcio necessario ad una corretta formazione dei tessuti.

Colorazione. Durante la maturazione, nel chicco d’uva si accumulano zuccheri e pigmenti, mentre cala la concentrazione di acidi organici e clorofilla: ciò rende il loro sapore equilibrato e conferisce a buccia e polpa il loro colore finale. RIZAMMINA® 42 e SUNRED®, intensificano la degradazione della clorofilla e migliorano la biosintesi e l’accumulo di antociani e carotenoidi. Tali meccanismi, uniti alla stimolazione del metabolismo primario, perfezionano la qualità degli acini.

Comunicato a cura di Biolchim

© uvadatavola.com

Articoli Correlati