Sorma e ILPRA espositori a LUV Fiera

Le due multinazionali leader nella fornitura di macchinari automatizzati per il post-raccolta di prodotti ortofrutticoli e di materiali tecnici per il packaging presenteranno le ultime novità

da uvadatavoladmin
anteprima-articolo-ilpra-sorma

Non solo aziende produttrici, ricercatori ed esperti di mercato. A LUV Fiera, la prima fiera dedicata all’uva da tavola, tutta la filiera sarà protagonista. Ampio spazio, infatti, sarà dedicato anche al post-raccolta, un mondo spesso inesplorato, ma sempre più centrale per il comparto che porta il Bel Paese a svettare al primo posto in Europa per produzione e volumi di prodotto esportati. È proprio da quel mondo che giungono alcuni dei principali protagonisti di LUV Fiera dell’uva da tavola, in programma dal 22 al 24 ottobre a Bari. Si tratta dei gruppi Sorma e ILPRA, due delle maggiori multinazionali leader nella fornitura di macchinari automatizzati per il post-raccolta di prodotti ortofrutticoli e di materiali tecnici per il packaging.

Nato nel 1973, il Gruppo Sorma ha ideato e promosso oltre 200 modelli di macchine e creato oltre 60 modelli di packaging, protetti da 60 brevetti industriali sviluppati dai vari centri di R&D. Nel corso dei 50 anni di storia, ha inoltre sviluppato 10 siti produttivi per un totale di 105.000 mq, 6 dedicati alla progettazione e costruzione di macchinari e 4 specializzati nei processi di stampa, estrusione e tessitura di packaging flessibili. Il tutto sempre perseguendo l’obiettivo di assicurare la massima qualità dei prodotti, salvaguardare l’integrità del pianeta e garantire un futuro migliore alle generazioni di domani.

Più antica, la storia di ILPRA prende il via nel 1955, con la creazione – di lì a breve – della prima termosaldatrice per il confezionamento alimentare. Col tempo, come sottolineato dall’azienda, sono “divenuti sarti del packaging, capaci di ascoltare e creare, secondo quanto appreso, la soluzione giusta per le produzioni di tutto il mondo”, facendo del packaging una questione di fiducia con risultati sempre più elevati. Fra questi, nel 2019, l’approdo in Borsa Italiana del titolo da cui poi il via alla formazione del Gruppo ILPRA che riunisce ad oggi diverse prestigiose aziende Made in Italy del settore.

In attesa di vederli come espositori, Marco Mercadini, responsabile Marketing per Sorma Group e Sara Longhin, event manager per ILPRA Group, raccontano perché le due realtà hanno scelto di partecipare. 

LUV non è ancora iniziata, ma già abbiamo percepito tanta energia e tanto fervore – esordisce Mercadiniuna fiera così specifica che coinvolge tutti gli attori più importanti della filiera dell’uva da tavola era ciò che mancava e, al contempo, serviva al comparto. Per noi, nello specifico, LUV sarà l’occasione per presentare due nuovi macchinari: una pesatrice che completa il peso inserito manualmente nel cestino e una confezionatrice che chiude i cestini. La prima, come avremo modo di mostrare in fiera, permette di rendere semiautomatica l’operazione di riempimento dei cestini, consentendo così un risparmio sulla manodopera e una maggiore corretta in termini di peso finale del cestino. La seconda invece è una linea di chiusura dei cestini termosigillati che, grazie a una pressatrice omologata, consente di confezionare il cestino, valutando se il peso è corretto e quindi se scartarlo in caso di errore. In tal senso, pur trattandosi di due linee distinte, possono essere considerate un’unica entità”. 

Sorma-Group_HyperVision

Novità e opportunità sono anche le parole d’ordine del gruppo ILPRA. 

Abbiamo selezionato LUV Fiera perché stavamo cercando una fiera specifica nell’ambito dell’ortofrutta in Italia. Come gruppo, infatti, da un paio d’anni ci siamo posti l’obiettivo di rafforzare la nostra presenza anche in questo campo: come gruppo siamo molto forti in settori come quello della carne, dei formaggi e altro ancora, ma ora intendiamo aumentare la nostra presenza anche in un mercato come quello frutticolo e “aggredire” la concorrenza. In tal senso, LUV ci è sembrata una buona opportunità e un investimento interessante. Accanto a questo, abbiamo scelto di esporre perché vogliamo presentare e promuovere l’ultimo prodotto sviluppato dal nostro R&D in collaborazione con aziende specializzate nella produzione di materiali nel settore packaging. Si tratta di una vaschetta dedicata all’ortofrutta 100% sostenibile poiché realizzata in carta (che può essere carta vergine oppure carta riciclata), con una rete di saldatura in tessuto, frutto del lavoro condotto nell’ultimo anno dal nostro business developer, in collaborazione con altre aziende italiane.

ILPRA VASCHETTE ORTOFRUTTA

Intanto, crescono le aspettative.

Da questa fiera ci aspettiamo molte opportunità. Speriamo LUV sia un punto di lancio per far conoscere a tutti gli avanzamenti del lavoro di Sorma Group – spiega Mercadini e questo anche attraverso qualche visita al magazzino che stiamo pensando di organizzare cosicché il cliente possa vedere dal vivo il funzionamento di queste macchine già collaudate con successo nel mondo del pomodoro a grappolo, tra l’altro molto simile a quello dell’uva da tavola. Trovandoci poi nel cuore della viticoltura da tavola, con LUV crediamo si verranno a creare grandi possibilità di confronto e dialogo che, se ben sfruttate, potrebbero favorire sinergie inedite con tutti gli attori della filiera

Saremo in fiera con uno stand di 96 metri quadri in collaborazione con Morgante – racconta Longhin Morgante presenterà infatti un nastro su tre piani dedicato all’ortofrutta sul quale verranno caricate le vaschette ILPRA che entreranno poi all’interno della nostra macchina per essere saldate. Il pubblico che passerà a trovarci potrà quindi assistere a tutto il processo, non solo in termini di funzionamento del macchinario, ma anche di confezionamento, e toccare con mano anche il packaging. Il tutto con dimostrazioni live ed esperti pronti a offrire dettagli e informazioni nella cornice offerta dalla prima fiera di filiera dell’uva da tavola”.

Ilaria De Marinis
© uvadatavola.com

Articoli Correlati