Canada, in arrivo nuove varietà di uva da tavola

da Redazione uvadatavola.com

Il Canada è alla ricerca di nuove varietà di uva da tavola che possano essere coltivate nella regione dell’Ontario.

L’Ice di Toronto già lo scorso anno ha spiegato con una nota: “Fino ad oggi l’unica varietà coltivata nell’Ontario è la Sovereign Coronation, un’uva “blu” (nera) parzialmente senza semi che ha una campagna di raccolta tra le quattro e le sei settimane nel periodo che va dalla fine dell’estate all’inizio dell’autunno. Per i produttori è difficile gestire una stagione così breve con una sola varietà e questo ha determinato una forte richiesta di destagionalizzazione”.

In questi giorni il centro di ricerca e innovazione Vineland research comunica di aver individuato un nuova varietà in grado di prolungare la raccolta dei produttori canadesi sino al secondo lunedì di ottobre, giorno in cui si celebra la festa del Ringraziamento in Canada.

Vineland già nel 2017 ha introdotto in Canada la varietà Jupiter, ottenuta da programmi di breeding dell’Università dell’Arkansas. La cultivar ha risposto abbastanza bene alle specificità pedoclimatiche dell’Ontario e pare che si sia acclimatata con facilità. Inoltre le sue bacche per colore nero (vedi foto in alto), gusto dolce, dimensioni e forma hanno soddisfatto i consumatori durante la prima fase di prova.

I produttori canadesi cercano una varietà facile da coltivare, tollerante al freddo e soprattutto che si adatti facilmente alla forma di allevamento uso in Canada.

“Contiamo di immettere le nuove varietà sul mercato tra il 2019 e il 2025”, ha affermato Michael Kauzlaric, technology scout e produttore di Vineland. “Jupiter rappresenta un’opportunità per noi perché è una seedless croccante e possiede una shelf-life molto interessante“, ha aggiunto Kauzlaric-.

Tempistiche
Se tutto procederà secondo i programmi Jupiter, con un nome commerciale differente e ancora ignoto, giungerà sul mercato canadese nel 2021. Ma l’ente di ricerca sta testando altre 3 varietà di uva da tavola, una bianca e due rosse. Anche se i consumi dei canadesi, al momento, sono particolarmente attratti dalle uve seedless di colore verde.

Il programma di selezione canadese deve tenere conto anche dell’agenzia canadese per l’ispezione delle forniture agro-alimentari, che non permette l’ingresso nel Paese di piantine che non siano totalmente virus-esenti.

 

Autore: La redazione

Copyright: uvadatavola.com

Articoli Correlati