Maula: al via con 10 giorni di anticipo

Con un anticipo di 10 giorni rispetto al 2023, in Puglia, l’azienda agricola “Franchini Farm” dà il via alla stagione 2024 con i primi stacchi di uva da tavola della varietà Maula

da uvadatavoladmin
maula uva da tavola

Inizia oggi, giovedì 13 giugno, la raccolta dell’uva da tavola in Puglia. Con 10 giorni di anticipo rispetto alla campagna 2023, l’azienda agricola “Franchini Farm” ha infatti dato il via alla stagione 2024 con i primi stacchi della varietà Maula. 

Ottimismo ed entusiasmo, al momento, i sentimenti che sembrano giungere dal campo anche attraverso le parole di Vito Franchini, titolare della “Franchini Farm”, azienda agricola situata nei territori di Mola di Bari, Rutigliano, Conversano e turi, in provincia di Bari, dove ricadono complessivamente 150 ettari coltivati a uva da tavola. Diverse le varietà prodotte, ma tutte apirene. A partire dalla Maula, cultivar ottenuta grazie al progetto di breeding coordinato dal CREA-VE di Turi in collaborazione con il Consorzio di produttori Nu.Va.U.T. (Nuove Varietà di Uva da Tavola). Nota anche come la “più precoce senza semi italiana”, anche quest’anno è lei ad aprire le danze della campagna dell’uva da tavola 2024.

maula impianto uva

“Oggi, con un anticipo di ben dieci giorni rispetto all’anno scorso, qui a Mola di Bari, a 300 metri dal mare, stiamo procedendo con la raccolta dell’uva da tavola della varietà Maula” – racconta soddisfatto Franchini.

“Le prospettive sono davvero ottime: la bacca si presenta di calibro elevato, la qualità è ottima e la richiesta sul mercato lascia presupporre prezzi interessanti, anche perché arriviamo in un momento alquanto libero. Il merito, però, va a questa varietà 100% italiana che, oltre al carattere della precocità, si distingue per le elevate qualità organolettiche e per i bassi costi di gestione: la Maula, infatti, non richiede acinellatura né potatura verde, e in più ti permette di arrivare in anticipo sul mercato”.

maula-uva-seedless-italiana

L’entusiasmo dunque non manca e la campagna dell’uva da tavola 2024 in Puglia sembra partire col piede giusto. “Con i primi stacchi della Maula abbiamo ufficialmente avviato la stagione 2024 che per noi poi proseguirà per altri sei mesi – spiega Franchini – la nostra produzione, infatti, è strutturata in modo tale da essere presenti sul mercato fino a dicembre. Una programmazione che, oltre a permetterci di distribuire la produzione lungo un arco temporale maggiore, consente di far fronte a problematiche come quelle legate alla logistica o alla mancanza di manodopera. Oggi sono ancora poche le aziende così strutturate, ma noi siamo convinti che una attenta pianificazione e una adeguata gestione della produzione possano fare la differenza e offrire al comparto un salto di qualità. Intanto, auguro a tutti un buon inizio di stagione, sperando sia alle altezze delle aspettative e della fatica di ciascuno”. 

Ilaria De Marinis
©uvadatavola.com

Articoli Correlati